Razer Thresher 7.1 wireless. Dopo averle testate intensamente per un discreto periodo possiamo scrivere la recensione di queste cuffie a dir poco incredibili.

Le Razer Thresher 7.1 sono solo una dei numerosi headset proposti da razer: queste cuffie sono state pensate specificatamente per l’utilizzo su piattaforma pc e PS4.

Razer thrasher

All’interno della confezione troviamo:

– L’headset;
– Il cavo di ricarica micro usb;
– La usb per collegare le cuffie alla PlayStation;
– un cavo audio ottico.

Il design delle cuffie è pulito ma, al tempo stesso, incredibilmente accattivante. Troviamo nella parte superiore il supporto di collegamento tra i due padiglioni e la fascia elastica serigrafata con il marchio razer; quest’ultima offre la giusta resistenza non essendo troppo opprimente, ma assicurando in maniera salda le cuffie. Troviamo invece nella parte esterna dei padiglioni una superficie di plastica forata che permette il circolo d’aria all’interno del padiglione che circonda il logo Razer; logo che si illuminerà di blu (colore scelto da Sony per la PS4) nel momento in cui andremo ad accendere le cuffie. Nella parte interna del padiglione delle Razer Thresher 7.1 troviamo in simil-pelle il cuscinetto che risulta essere morbidissimo e comodissimo. Purtroppo, però, un sinonimo di pelle è caldo ed infatti nelle sessioni un po’ più lunghe le temperature si fanno elevate e si inizia a sentire un leggero fastidio. Questo però fino a quando non ci si abitua a questa situazione, ovverossia dopo un po’ che si utilizzano.

Passiamo adesso alla domanda cardine che riguarda un paio di cuffie: come suonano?
La qualità dell’audio di queste cuffie è davvero elevato, infatti ci sentiamo di consigliarle anche per chi vuole utilizzarle (oltre che per il gaming) per l’ascolto di musica, film; soprattutto se questi ultimi hanno l’effetto dolby surround. Indossate le Razer Thresher 7.1, infatti, vi sembrerà di essere al cinema. Ottima anche la gestione dei volumi che, oltre ad essere regolati da PlayStation, possono essere modificati anche tramite due rotelline poste sui due padiglioni. Con quella a destra regoleremo il volume delle cuffie, con quella a sinistra quello del microfono.

razer thrasher

Le Razer thrasher come suggerisce anche il nome sono 7.1, non software ma bensì hardware. Troveremo infatti 8 driver all’interno della cuffia che riprodurranno i suoni in maniera pulita e precisa.
Il collegamento delle cuffie con la play station avviene tramite una chiavetta usb ed è rapido e facilissimo, si collega il “ripetitore” ad una usb della PlayStation, si accendono le cuffie e si è pronti per partire.

Arriviamo a parlare dell’ultimo componente non ancora citato in questa recensione: il microfono.
Quest’ultimo è integrato nel padiglione di sinistra e viene estratto semplicemente allungandolo; risulterà poi molto flessibile per la regolazione iniziale, ma forte nel tenere la posizione desiderata.
In gioco poi non delude, l’audio è pulito e chiaro, anche se solo quando settato al volume massimo. Noteremo infatti che appena abbasseremo un po’ volume del microfono i compagni inizieranno a non riuscire a sentirci bene. Scomoda a nostro avviso la scelta di non avere un tasto per mutarlo, dovremo infatti abbassare il volume fino a quando il microfono non avrà un led rosso illuminato per evitare di trasmettere il nostro audio.