Abbiamo potuto provare una delle esclusive Sony più attese presso la Milan Games Week, si tratta appunto di Days Gone ed ecco le nostre prime impressioni.

Days Gone è una nuova IP sviluppata da Sony in esclusiva per PlayStation 4; sostanzialmente si tratta di un titolo open world ambientato in un mondo ormai dominato da creature simili a zombie e bande di razziatori. La demo giocabile era suddivisa in due modalità: una missione tratta direttamente dalla storia, e la cosiddetta modalità sopravvivenza. Nella prima dovevamo infiltrarci in un’officina per recuperare un pezzo di motocicletta di cui avevamo bisogno, questo passando attraverso alcune strutture infestate da queste creature. Ovviamente è possibile adottare un approccio furtivo eliminando i nemici silenziosamente o evitando di farci vedere, oppure correre direttamente verso l’obiettivo ad armi spianate ma con il rischio di essere inseguiti.

Nella seconda parte della demo di Days Gone, la modalità sopravvivenza, invece, l’obiettivo era riuscire ad eliminare un’orda di zombie senza essere uccisi per poi sopravvivere alle successive. Quest’orda è dotata di un indicatore di salute che riassume la spaventosa quantità di creature che la compongono ed eliminarle richiede un pizzico di strategia, poichè utilizzare semplicemente le armi per falciarli uno ad uno porterà inevitabilmente all’esaurimento delle nostre munizioni. Per questo motivo sono presenti alcuni elementi come barili esplosivi, cisterne di gas e tronchi impilati così da riuscire ad eliminarne diversi contemporaneamente, oppure pantani di fango e container dalle porte sbarrate a metà per rallentarli e cercare di affrontarli in numero ridotto.

Per quanto riguarda l’equipaggiamento utilizzabile è presente una ruota attraverso cui abbiamo notato la possibilità di trasportare un’arma principale, una secondaria ed una speciale, oltre che un’arma corpo a corpo (ciascuna delle quali sarà probabilmente caratterizzata da un diverso livello e grado di rarità) e quattro gadget come granate e trappole. Esplorando abbiamo anche potuto raccogliere alcuni elementi come piante ed oggetti quotidiani che in tutta probabilità serviranno per creare nuovi oggetti utili. Parlando infine della grafica di Days Gone abbiamo potuto apprezzare un lavoro di ottimo livello che va ad incidere positivamente sul grado di realismo che il titolo cerca di trasmettere; unica pecca risiede nell’instabilità del framerate che speriamo venga corretta prima dell’uscita.

Abbiamo avuto modo di assistere in prima persona ad un gameplay giocato direttamente di fronte a noi della nuova esclusiva per Ps4 intitolata Days Gone che, sin dai primi video di presentazione, ha colpito tutti per la resa grafica e, soprattutto, per l’orda di zombie.

Iniziamo subito con il dire che sicuramente Days Gone sarà un gioco con tanto da offrire e con buone meccaniche stealth, così come il sistema di shooting e le possibilità di interazione con l’ambiente. Il gioco possiede tanti elementi che ricordano davvero tanto Horizon (qui potrete trovare la nostra recensione) ed infatti siamo abbastanza certi che si tratti dello stesso motore grafico che, come noto, è riuscito a lasciare sbigottiti un po’ tutti per la fantastica resa a schermo e per la stupenda profondità di campo. Grafica a parte abbiamo notato molte meccaniche simili tra i due giochi come, ad esempi,o la possibilità di nascondersi nell’erba alta, una visione speciale per seguire le tracce e persino la visuale durante la mira con le armi. Ma questa volta al posto di Aloy ci sarà Deacon, il classico motociclista con giacca di pelle ed Harley Davidson al suo fianco.

Il punto focale di Days Gone sarà quello di sopravvivere in un mondo ostile invaso da zombie e pertanto ci troveremo di fronte ad un titolo action in terza persona prettamente survival ma con altre interessanti meccaniche. Innanzitutto le risorse (che si tratti di munizioni o persino benzina per i veicoli) saranno limitate e pertanto estremamente importanti nel gioco; sarà possibile craftare munizioni e trappole, attirare nemici in determinati punti con il famoso “sasso” ma, la cosa più interessante, è la possibilità di interagire con l’ambiente in più modi. Infatti gli zombie saranno contemporaneamente nostri nemici ed alleati: potremo utilizzarli per eliminare rapidamente gruppi troppo numerosi, causare distrazione o semplicemente facilitare l’eliminazione di alcuni avversari armati e pericolosi. Parlando di survival non si può evitare di parlare della caccia che, con tutta probabilità, anche in questo titolo rivestirà un ruolo importante per la possibilità di migliorare il nostro inventario o come semplice strumento di scambio; ma questa volta dovremo fare attenzione poiché, pare, che anche gli animali possano essere infettati e diventare anche loro zombie.

Abbiamo notato anche la presenza di punti esperienza in risposta all’uccisione di nemici e, di conseguenza, ci troveremo con tutta probabilità di fronte ad un sistema di livelli e di abilità sbloccabili: tutti elementi RPG che in generale riescono sempre ad aggiungere più varietà al gameplay.

Speriamo che a breve vengano annunciate novità su Days Gone con informazioni più sicure e dettagliate e di poter provare il prima possibile una demo giocabile del gioco e nel frattempo vi lasciamo con il video dell’E3 della demo.

[embedyt] https://www.youtube.com/watch?v=4h_kyJNYMac[/embedyt]