Dopo aver esposto con una prima anteprima le nostre perplessità riguardanti la nuova IP di Bioware, torniamo a parlare nuovamente di Anthem dopo averlo completato conclamando il nostro giudizio finale.

Anthem è un gioco delizioso che si farà saper amare per il suo mix action sci-fi e che, tuttavia, si farà odiare per alcuni problemi tecnici già presenti nella beta. Ci teniamo a precisare che abbiamo iniziato a giocare il titolo completo a partire dal 14 febbraio, fruendo dell’accesso anticipato tramite Origin Access Premier. Dunque, la nostra recensione non sarà basata sulla versione in rilascio nella data odierna (22 febbraio), che potrebbe contenere patch di vario genere.

In Anthem saremo uno “specialista” (potrete scegliere tra uomo o donna) in ascesa, caduto in una sorta di disgrazia dopo alcuni eventi di cui non parleremo per evitare spoiler. Il vostro compito sarà quello di riportare l’equilibrio in un mondo alla deriva dove la “creazione” ha lasciato segni profondi e spazio a fenomeni sovrannaturali e bestie che circondano gli avamposti umani rimasti.

Gli specialisti sono in grado di pilotare gli “strali”, dei possenti esoscheletri creati dagli antenati e capaci di fronteggiare qualsiasi minaccia. Ogni strale ha caratteristiche di base diverse e, se all’inizio verrete chiamati a scegliere tra alcuni di quelli disponibili, successivamente potrete sbloccarne di nuovi di level-up in level-up, iniziando dal lv 8 a salire.

 

La personalizzazione dell’equipaggiamento è degna di un qualsiasi MMO-RPG e si estende partendo da semplici elementi cosmetici a modifiche vere e proprie per gli strali, armi ed accessori, così da plasmare la vostra macchina da guerra come più confà al vostro stile d’approccio al combattimento.

I combattimenti risultano molto dinamici e frenetici in certi frangenti, con qualche semplificazione per alcuni Boss, mentre non sarà difficile trovare orde di nemici pronti a farvi fuori ad ogni angolo. Infatti, per quanto Anthem possa anche essere giocato in singolo (impostando la partita in modalità privata), vi consigliamo comunque di giocarlo in compagnia per due semplicissimi motivi: vi divertirete di più e secondo ma più importante, già a difficoltà normale potreste trovarvi veramente a disagio in più situazioni tanto da arrivare anche a rage-quittare in certi casi.

 

Come anticipato con la nostra anteprima, Anthem è, almeno in parte, un’evoluzione tecnica del bistrattato Mass Effect Andromeda; infatti le similitudini in termini di gameplay si notano fin da subito se non fosse per il volo che rende il tutto estremamente divertente ed appagante. Per spostarvi nelle mappe potrete librarvi in volo in qualsiasi momento, stando attenti però a non surriscaldare i propulsori dello strale, eventualmente raffreddando gli stessi utilizzando l’ambiente circostante come cascate, zone d’ombra, pozzanghere e così via.

Vogliamo precisare che non ci troviamo d’innanzi al nuovo “more of the same”, infatti dopo qualche ora di gioco vi renderete conto che Anthem ha un’anima tutta sua e non spreca tempo a mettersi in mostra. Anthem è un gioco nuovo ed interessante, non è il classico titolo multiplayer dove il loot la fa da padrone, anche la trama è godibile e ben frammentata, con un incipit inedito che si scopre via via nell’avventura tanto da tenervi incollati per ore ed ore.

 

Tecnicamente parlando, Bioware ha fatto un ottimo lavoro, pur non mantenendo il livello tecnico presentato durante l’E3 di Los Angeles. Ad ogni modo il gioco presenta degli ambienti estremamente curati e vivi, modelli poligonali di prim’ordine, un’ottima direzione artistica e sonora. La colonna sonora nello specifico è tra le più evocative mai ascoltate.

Noi lo abbiamo giocato su PC di fascia alta dotato di nVidia GeForce RTX 2080Ti con monitor 4K e non ci spaventiamo nel dire che Anthem è veramente ben ottimizzato per quello che presenta su schermo. Forse c’è da lavorare un po’ su qualche impostazione per poter garantire i 60FPS fissi, ma siamo certi che con l’implementazione del nVidia DLSS il problema sarà risolto (durante la nostra prova il DLSS non era disponibile, probabilmente sarà implementato con un patch).

 

Una volta completate le missioni della campagna principale potrete accedere all’end-game che, almeno al momento, offre una buona manciata di attività da svolgere e che probabilmente verrà ampliato e pulito nei prossimi mesi o, speriamo, anni. Sì, perché Anthem ci è piaciuto e molto, tanto da sperare che, almeno questa volta, EA riesca da tenere in vita un’ottima IP come quella di Anthem magari dando libero sfogo al team Bioware.

Sicuramente non mancano i difetti sia chiaro: allo stato attuale c’è ne sono anche parecchi, uno fra tutti l’elevata attesa per i caricamenti soprattutto quando si gioca in cooperativo con altri giocatori, per non citare i numerosi glitch sparsi in tutto il gioco. La speranza è che patch dopo patch, si riesca a “completare” uno dei giochi più promettenti del 2019. Noi ci crediamo e voi?

Anthem è disponibile da oggi per PC, Playstation 4 ed Xbox One.

In occasione della demo open beta di Anthem e, dopo aver giocato la VIP demo della settimana scorsa, esporremo i nostri pareri e perplessità sulla nuova e promettente IP di Bioware, celebre studio padre della saga originale di Mass Effect.

Ed è esattamente da qui che vogliamo iniziare, infatti, dopo la mediocre parentesi di Mass Effect Andromeda, Bioware torna in pista con un titolo ricco, curato e molto, molto promettente.

Anthem racchiude l’essenza di Mass Effect più di quanto si possa immaginare, vi basterà giocare qualche ora per rendervi conto di quanto il titolo sia influenzato dall’universo di ME; il tutto ad ogni modo non viene reso banale e scontato ma arricchito ed esponenzialmente migliorato.

Non spendiamo molte parole sulla trama poichè nella demo si viene catapultati in una porzione di gioco probabilmente avanzata in cui vengono mescolati elementi base della trama a missioni secondarie, giusto per dare un assaggio al giocatore di quello che sarà l’esperienza complessiva senza però fare spoiler inutili.

Senza troppi giri di parole vi troverete alla salvaguardia di quel che rimane del genere umano, fratturato e diviso. Il vostro asso nella manica è rappresentato dagli Strali, degli esoscheletri in stile Iron Man che vantano una potenza sovra-umana e la possibilità di librarsi in volo, oltre ad altre funzionalità più o meno complesse.

Come abbiam detto pocanzi gli Strali sono delle vere e proprie armature in stile Iron Man, noterete moltissimo la similitudine non appena inizierete a svolazzare nel mondo di gioco, meccanica veramente ben riuscita ed esaltante; ovviamente non potrete restare in volo all’infinito dosando quindi l’autonomia dei propulsori evitando un sovraccarico che vi porterebbe ad un intervallo più o meno lungo prima di riprendere il volo.

Nello specifico, parlando del sistema di combattimento, Anthem ricorda parecchio ME Andromeda che ha introdotto il sistema di schivata laterale ed altre nuove feature.

Quello in cui la nuova IP Bioware si diversifica è la possibilità di utilizzare diversi Strali che si avvicinano più alle classi viste in un Warframe o Destiny che si voglia. Non ci addentriamo volutamente nel discorso per evitare spoiler inutili anche relativi alla trama, ad ogni modo postiamo un video di gameplay più o meno esplicativo pubblicato da IGN.

Per quanto concerne il comparto tecnico, Anthem è sicuramente qualcosa di strabiliante su tutti i punti di vista. Graficamente maestoso e quanto di più bello mai visto in uno sci-fi del genere, noi lo abbiamo provato su PC con RTX 2080Ti ed impostazioni al massimo ed in 4K non abbiamo avuto grossi problemi, anche se, nella fasi più concitate e con molti nemici a schermo i 60FPS erano difficili da mantenere, ma confidiamo nel fatto che la versione testata e disponibile nella demo è probabilmente lontana dall’essere definita finale ed ottimizzata.

La nota dolente arriva sul fronte latenza e connessione di rete, purtroppo infatti, per quanto Anthem abbia anche una buona porzione di campagna, EA ha già annunciato che il gioco non sarà fruibile senza connessione ad internet.

Il problema però è rappresentato dalla scarsa qualità dei server implementati come infrastruttura alla base del titolo e che non garantiscono una buona stabilità della rete stessa. Vi ritroverete infatti spesso e volentieri sballottati da una zona all’altra o, in casi estremi, buttati fuori dalla partita proprio sul più bello; il che per un gioco che punta tutto sull’online ed il cooperativo è assolutamente inaccettabile, speriamo vivamente che EA e Bioware risolvano il problema prima del lancio.

Detto questo però ci teniamo a precisare che Anthem ha tutte le carte in regola per essere un assoluto capolavoro annunciato, speriamo solo che il publisher non metta troppa pressione sul team di sviluppo affinché possa lavorare a regime e portare sul tavolo un piatto veramente succulento.

Ricordiamo inoltre che Anthem è fruibile con l’Origin pass di EA, che con soli 14,99€ al mese (o 99€ all’anno) vi permette di giocare una pletora di titoli già presenti sulla piattaforma del publisher, il che vi da la possibilità di giocare il titolo ad un prezzo ridotto qualora non siate ancora convinti.

LA DEMO DI ANTHEM E’ DISPONIBILE PER TUTTO IL FINE SETTIMANA, VI CONSIGLIAMO VIVAMENTE DI PROVARLO.

Riceviamo e pubblichiamo il comunicato stampa che segue la presentazione di Origin Access Premier, tenutasi durante la conferenza EA all’E3 di Los Angeles ieri, nella quale sono state presentate tutte le novità del prossimo anno del colosso americano.

Oggi, in occasione dell’EA Play di Los Angeles, Electronic Arts ha annunciato Origin Access Premier*, il nuovo abbonamento che rivoluziona il modo di giocare su PC. I giocatori potranno vivere prima di chiunque altro le novità per PC di EA, a partire dalle novità più attese dell’anno come EA SPORTS FIFA 19, Battlefield V, Anthem e EA SPORTS Madden NFL 19.

“Milioni di giocatori hanno già provato l’esperienza di giocare tanti titoli attraverso i nostri programmi di abbonamento, ma oggi stiamo compiendo un altro passo molto importante in questa direzione con Origin Access Premier”, spiega Andrew Wilson, CEO di Electronic Arts. “Origin Access Premier ampia la possibilità di scelta e alza la qualità di gioco per gli appassionati dei titoli per PC. Per la prima volta potranno godersi i videogiochi più attesi di EA e di altri publisher attraverso un unico abbonamento. Siamo orgogliosi di offrire agli appassionati la libertà di scegliere di giocare qualunque titolo in qualunque momento.”

FIFA 19

Il simulatore calcistico più venduto al mondo, che unisce la qualità di gioco sul campo all’adrenalinica atmosfera sugli spalti grazie al motore grafico Frostbite, da quest’anno arricchisce le possibilità di gioco con la UEFA Champions League, a partire dal 20 settembre 2018 per i membri Origin Access Premier.

Battlefield V

Lo sparatutto che in questo capitolo permetterà ai giocatori di vivere i lati nascosti e più inaspettati della Seconda Guerra Mondiale potrà essere giocato dai membri Origin Access Premier a partire dall’11 ottobre 2018.

Anthem

L’Action RPG in multiplayer in cui si possono personalizzare le esotute Javelin dei con le quali i protagonisti fronteggeranno pericoli e minacce in un mondo in costante mutamento sarà disponibile per i membri Origin Access Premier dal 15 febbraio 2019.

Madden NFL 19

Il grande football con un gameplay sempre più entusiasmante grazie al motore Frostbite sarà giocabile dal 2 agosto 2018 per i membri Origin Access Premier.

Il catalogo Origin Access Premier si arricchisce di titoli come Battlefield 1, Mad Max e Batman Arkham, oltre a Need for Speed Payback, Inside, This Is The Police, Surge e molto altro. Per i membri, The Sims 4 offrirà aggiornamenti deluxe e nuove estensioni digitali.

Origin Access Premier sarà disponibile a 14,99€ al mese o 99,99€ all’anno e garantirà uno sconto del 10% su tutti gli acquisti Origin: tutte le informazioni e le modalità di pre-registrazione sono disponibili al sito: https://www.origin.com/ita/it-it/store/origin-access.

I giocatori non ancora abbonati a Origin Access possono effettuare l’iscrizione gratuita per 7 giorni** disponibile da oggi fino al 17 giugno per scaricare e giocare i titoli della libreria Origin Access.

Tutti i dettagli sugli abbonamenti EA Access al sito https://www.ea.com/it-it/ea-access, per le informazioni su Origin Access Basic e Origin Access Premier visitare il sito https://www.origin.com/ita/it-it/store/origin-access.

[embedyt] https://www.youtube.com/watch?v=nq96ptzJ3nk[/embedyt]

*Alcuni titoli potrebbero non essere inclusi: condizioni e restrizioni al sito https://www.origin.com/ita/it-it/store/about.
**La prova gratuita sarà disponibile dal 9 al 17 giugno 2018. Per ogni EA Account sarà disponibile una sola prova. Dopo la prova, verrà conteggiato e addebitato l’importo per l’abbonamento mensile o annuale in corso. La cancellazione dell’abbonamento durante la prova non comporterà alcun addebito.
***Condizioni, limitazioni e esclusioni all’indirizzo https://www.ea.com/it-it/ea-access.

Oggi Electronic Arts ha annunciato che Anthem, la sua nuova IP creata con il team BioWare, uscirà ufficialmente il 22 febbraio 2019.

Anthem è il titolo Action RPG con al centro l’esperienza multiplayer in cui i videogiocatori potranno personalizzare la vasta gamma dei loro Javelin superequipaggiati e creare una squadra per esplorare un ecosistema in continuo mutamento e affrontarne in combattimento le minacce.

In Anthem fino a quattro giocatori potranno perlustrare un misterioso mondo popolato da ogni tipo di creatura: lungo la trama creata da Bioware, i giocatori potranno creare la propria storia e rendere unica ogni missione. Le esotute Javelin permetteranno ai loro piloti di acquisire velocità e potenza, maneggiare armi mai viste e compiere evoluzioni fondamentali per combattere in un ambiente di gioco ostile. Le esotute potranno essere personalizzate sia nelle componenti elettroniche che nella verniciatura, per essere preparate ad affrontare ogni situazione e pericolo.

I giocatori più impazienti di scoprire il pericoloso mondo di Anthem possono già preordinare il titolo e otterranno un accesso VIP alla Demo, un emblema dei fondatori e un’arma leggendaria all’interno del gioco e la Legion of Dawn Armor per l’esotuta Javelin del Ranger. In più, chi acquisterà l’edizione Legion of Dawn Armor riceverà anche il set completo della Legion of Dawn Armor, un’implementazione al Javelin del Ranger, la colonna sonora ufficiale del gioco e molto altro.

Anthem è sviluppato da BioWare e sarà disponibile su Xbox One, PlayStation 4 e Origin per PC il 22 febbraio 2019. I membri di Origin Access Premier potranno giocare il titolo a partire dal 15 febbraio, mentre i membri di Origin Access Basic potranno godersi 10 ore di gioco all’interno del Play First Trial.