Abbiamo avuto modo di provare il nuovo Jump Force Presso lo stand Bandai Namco della Milan Games Week 2018, ed ecco le nostre prime impressioni a caldo.

Jump Force è il nuovo titolo picchiaduro sviluppato da Bandai Namco caratterizzato da scontri tra i più svariati eroi provenienti da molteplici Anime e Manga. Così in men che non si dica potremo assistere ad un duello tra Goku da Dragonball e Naruto dall’omonima serie, piuttosto che una battaglia tra Luffy di One Piece e Ichigo di Bleach. Si tratterà di scontri tra due squadre composte da tre eroi o antagonisti interscambiabili presenti in un roster di tutto rispetto e che risulta essere incompleto alla prova che abbiamo fatto, ma questi avranno una salute unica condivisa.

Si tratta del classico picchiaduro a cui Bandai ci ha da sempre abituati con parate, schivate, attacchi rapidi con teletrasporto, attacchi con personaggi secondari, una barra dell’energia per sfoderare quattro attacchi speciali. Di questi uno sarà il cosiddetto attacco ”Awakening” (o risveglio) che trasformerà al contempo il nostro personaggio nella sua ”forma definitiva” (che si tratti del Super Sayan o del Gear Fourth). In questa forma avremo per un breve periodo un set di attacchi dedicati ed infliggeremo un quantitativo maggiore di danno anche se, purtroppo, gli attacchi speciali risulteranno invariati. Sarà anche possibile attivare la modalità risveglio senza utilizzare l’attacco ”definitivo”, ma solamente in seguito al riempimento di un’apposita barra che aumenta all’aumentare del danno subito.

Peculiarità unica e distintiva di Jump Force è che ha come motore grafico l’Unreal Engine, grazie al quale riesce a sfoggiare un realismo di ottimo livello, oltre che texture e particellari eccellenti; inoltre da sottolineare la fluidità che riesce a rendere il tutto più dinamico che mai su mappe ricche di dettagli ed arricchite ancor più dalle classiche ”transizioni di area”. Infine vogliamo sottolineare che abbiamo avuto modo di provare unicamente la modalità scontro PvP 1vs1, che risulta essere solamente una piccola parte di un titolo più vasto che comprenderà una sua modalità storia ed una modalità di creazione e personalizzazione di un personaggio a parte.

Sono passati ormai (o è meglio dire già?) vennt’anni da quando si affacciò per la prima  volta sul mercato un gioco che avrebbe fatto la storia ed appassionato diverse generazioni di ragazzi in tutto il mondo. Ed oggi, in prossimità dell’uscita in Italia del nuovo Film volto a celebrare questo anniversario, si scatenano online le vendite di carte collezionabili.

Un celebre sito di e-commerce ha infatti registrato numeri da record, non solo nel numero di operazioni, ma anche nei prezzi: Charizard Shadowless 1a edizione, una delle carte più costose e ricercate dai collezionisti è stata infatti venduta per la cifra di 15.000€.

La celebre Charizard Shadowless 1°edizione

 Pokémon si conferma quindi come una vera e propria icona, che sembra non avere fine e che raggiunge continuamente sempre più nuovi appassionati e che, in occasione dell’uscita questo weekend nelle sale italiane del ventesimo film d’animazione dei Pokémon, vede salire la febbre da collezionismo, con la presenza su online di oltre 3.000 annunci di vendita di carte rarissime e persino di intere collezioni.

In particolare, in occasione del tanto atteso film che celebra e racconta l’amicizia e le avventure di Ash e Pikachu, è apparso l’annuncio di vendita di una carta che da molti è considerata il sacro graal delle carte Pokémon. Si tratta della carta raffigurante Charizard Shadowless 1a edizione, una delle più costose per il collezionismo Pokémon, che (come abbiamo già avuto modo di scrivere) ha raggiunto la quotazione monstre di 15.000€.

Immagine celebrativa con Pikachu e Rosso, il celebre protagonista del primo gioco

I numeri del fenomeno Pokémon sono sorprendenti anche per quanto riguarda l’Italia: alcune card da collezione particolarmente rare, messe in vendita online sono state in grado di scatenare l’intera community nostrana. Eclatante il caso di due annunci di vendita che nei giorni scorsi hanno avuto un picco di oltre 60.000 visite in un giornouna carta Pokemon tv reporter reverse 88/97, quasi impossibile da possedere perché probabile errore di stampa, e una collezione di 170 carte speciali.

Se anche voi siete appassionati, collezionisti o giocatori vi consigliamo di farvi un giro online sui vari portali per non farvi sfuggire la possibilità di mettere le mani su alcuni pezzi rari, ma occhio al portafoglio !