L’esperienza annuale Gates of Oblivion per The Elder Scrolls Online giunge alla sua conclusione con la nuova espansione Deadlands, disponibile su PC dal 2 Novembre su PC e Stadia e a partire dal 16 Novembre su PlayStation 4/5 ed Xbox Series X/S oltre che Xbox One. Questo nuovo contenuto fa seguito ai due DLC The Waking Flame e Flames of Ambition e alla prima, grande espansione rilasciata precedentemente nel corso di quest’anno, ovvero Blackwood. Gli sviluppatori saranno riusciti a confezionare un prodotto all’altezza soprattutto della precedente espansione dedicata al mondo dell’Oblivion, ma anche come quelle del precedente anno?

L’Oblivion di Dagon

Lo scontro con il principe daedrico Mehrunes Dagon non è ancora terminato, e questa volta ci ritroveremo a condurre lo scontro direttamente a casa sua, nelle piane dell’Oblivion. La location principale di questa avventura sarà quindi rappresentata dalle temibili Deadlands, il mutevole regno di Dagon e casa dei Daedra, ma anche la cittadella di Fargrave, una sorta di “terra di mezzo” tra la nostra dimensione e quella dell’Oblivion. Le nuove zone, oltre a non essere simili tra loro (così da dare un maggior senso di scoperta), celeranno pericoli di ogni tipo, da Daedra ed altre creature pronte in qualsiasi momento a farci la pelle ad un nuovo tipo di fenomeno atmosferico che potrebbe colpirci qualora ci trovassimo fermi troppo tempo in uno stesso punto.

Il nostro obiettivo principale sarà quello di invadere il mondo di Mehrunes Dagon allo scopo di fermare i suoi piani e quelli della Waking Flame, il tutto per chiudere il portale verso l’Oblivion ed evitare che creature di ogni genere finiscano per riversarsi a Tamriel causando la fine del mondo come lo conosciamo. Nel farlo ci ritroveremo inoltre a combattere anche contro Valkynaz Nokvroz, l’agente più fidato del principe daedrico della Distruzione, e a conoscere molti nuovi personaggi unici. Inoltre la nuova trama avrà come personaggio di maggior rilievo Lyranth, la misteriosa Dremora che ha affascinato molti dei giocatori di questo enorme MMORPG, e scoprire qualcosa in più sulla sua storia non può che essere un pregio!

Deadlands

La nuova trama si dipanerà in maniera abbastanza lineare e non particolarmente sconvolgente, ciononostante sarà caratterizzata da un ottimo livello qualitativo e non mancheranno alcuni colpi di scena ben piazzati che andranno ad arricchire il tutto. Uno degli elementi di maggior pregio di questa espansione è però senz’ombra di dubbio rappresentato dall’esplorazione di uno dei luoghi più amati dai fan della serie di The Elder Scrolls. Lo stupendo scenario delle Deadlands e di Fargrave, oltre che degli innumerevoli pericoli che vi albergano, sarà sia particolarmente appagante da un punto di vista visivo, ma anche molto ricco dal punto di vista della lore oltre che affascinante per tutti i fan del quarto capitolo della serie. 

In maniera analoga a quanto visto con Clockwork City o Markarth, questa nuova espansione include diverse novità come nuovi Delve, World Bosses e tante nuove missioni secondarie da intraprendere. Per completare le sei quest principali delle nuove aree esplorabili saranno necessarie un totale di circa 13 ore, un tempo che potrà ovviamente essere aumentato dai contenuti extra menzionati poc’anzi. Abbiamo inoltre un totale di ben 9 set aggiuntivi da ottenere ed utilizzabili per aumentare le possibilità di scelta delle nostre build; in particolare abbiamo tre nuovi oggetti mitici da ottenere tramite Scrying, tre set da costruire e tre da ricercare nelle Deadlands:

Deadlands

Quality of life

L’aggiornamento 32 che si affianca a questa nuova espansione introduce anche diverse modifiche al gioco, alcune più importanti e sostanziali di altre, ma quasi tutte incentrate sul migliorare il livello di quality of life del gioco. Abbiamo infatti, oltre che modifiche nel bilanciamento di alcune classi (in particolare Dragonknight e Necromante) ed un cap imposto al moltiplicatore critico (del 125%), due importantissime introduzioni nel mondo di The Elder Scrolls Online. Parliamo infatti del Curated Item System e della Armory: nel primo caso si tratta di una miglioria del drop di oggetti che impedirà al gioco di farci ottenere doppioni di uno stesso oggetto qualora ci dovesse mancare un altro elemento dello stesso set (facilitando di molto la ricerca e il completamento dei set). 

Nel secondo caso parliamo di un nuovo tavolo da lavoro utile per impostare diversi preset di build per il nostro personaggio. In questo modo sarà possibile cambiare gli attributi, impostare specifiche abilità (con relativi morph), elementi di equipaggiamento o persino attivare o disattivare specifiche caratteristiche per il nostro personaggio (come ad esempio impostare il vampirismo per una build o disattivarlo nella seconda). Si tratta di una novità molto importante che permetterà ai giocatori di cambiare con facilità la build in uso rendendo questa parte del gioco molto più flessibile. Questa maggior flessibilità e fluidità tra le classi è resa evidente anche da un’altra importante modifica ai danni e alla probabilità di critico aggiunga dai set; queste ora non faranno più distinzione tra critico e danno delle armi o incantesimi andando ad influire su entrambe.

Deadlands

In conclusione Deadlands rappresenta la perfetta conclusione per un’esperienza annuale tra le più interessanti in The Elder Scrolls Online. Questo grazie ad una trama molto interessante ed affascinante avvalorata da un’eccellente ambientazione che farà la felicità dei fan di questa serie videoludica. Considerando poi l’ottima durata complessiva, di circa 13 ore per le sole missioni principali, e la presenza di due zone esplorabili possiamo dire che vale la spesa di 2000 Corone (500 in più rispetto alle solite espansioni di fine anno). Di grande pregio, poi, soprattutto le migliorie apportate alla “quality of life” del titolo che rendono molto più flessibili le classi permettendo ai giocatori di testare con maggior semplicità nuove build o combinazioni, oltre che semplificare di molto la raccolta di nuovi oggetti.

The Elder Scrolls Online: Deadlands

8.5

Giudizio Complessivo

8.5/10

Pro

  • Nuova trama affascinante
  • Location stupende
  • Ottime migliorie alla quality of life
  • Eccellente durata complessiva e quantità contenuti

Contro

  • Alcuni cambiamenti nel meta potrebbero far storcere il naso
  • La trama poteva essere più complessa