Final Fantasy XV è stato uno tra i più discussi capitoli della famosa saga targata Square Enix e, con “Episodio Ignis” porta sotto i riflettori il cuoco più protettivo del mondo videoludico. Se non volete spoiler vi raccomandiamo di giocare alla campagna originale di Final Fantasy XV, di guardare l’anime brotherhood e godere del film kingslaive.

TRAMA

Episodio Ignis si svolge in uno dei momenti più tragici ed importanti della main story di Final Fantasy XV e, più nello specifico, racconta quello che accade al buon Ignis Scientia durante l’evacuazione di Altissia: mentre la sciamana Lunafreya invoca e cerca di domare il  potente Leviatano, uno dei sei Summons, e Noctis corre incontro alla sua amata per salvarla e prendere il potere del Leviatano, i nostri tre compagni di squadra cercano a loro volta di portare a termine il loro compito ossia far evacuare la città e proteggere i cittadini di Altissia. Mentre Ignis, Gladio e Prompto sono alle prese con il caos che si è propagato in città si dividono e Ignis si ritrova da solo contro l’impero che è sceso in campo. Così come in ogni precedente dlc anche in questo ci saranno dei compagni di avventura pronti a condividere il fardello ed il pericolo; non vogliamo spoilerarvi troppo ma il personaggio che vi accompagnerà sarà di grande aiuto per voi e scoprirete che i vostri obbiettivi non sono poi molto distanti.

GAMEPLAY

Per quello che riguarda il gameplay questo non sarà poi molto diverso da quello del gioco principale. Le uniche cose che cambieranno saranno le abilità utilizzabili (esempio su tutti è dato dal rampino che ci permetterà di salire sui tetti di Altissia) ed il fatto di poter cambiare l’elemento delle nostre daghe. Avremo infatti tre possibili scelte: ghiaccio (utile per immobilizzare i nemici per qualche secondo), fulmine (che implementa la velocità degli attacchi e ci permette di  muoverci molto rapidamente sul campo di battaglia) e fuoco (che aumenta il danno inferto ai nemici). Non mancheranno i momenti in cui premere triangolo ci darà un vantaggio e la possibilità di sferrare combo per eliminare velocemente i nemici. Esattamente come in Final Fantasy XV, sparsi per i quartieri di Altissia ci saranno gli ormai noti accampamenti che, però, non serviranno a cucinare ma solo come checkpoint; potremo, poi, liberare le zone occupate dai soldati, ci basterà uccidere tutti e passare alla prossima zona. La grande quantità di nemici e di zone da liberare permette al dlc di avere una longevità che si attesta sulle cinque ore.

FINALI MULTIPLI

Avete letto bene. In questo dlc ci saranno due finali ben distinti e saremo noi a scegliere quale vivere. Vi starete chiedendo come, in un gioco che avrete finito, ci possano essere più finali. Una domanda legittima che però trova risposta nel momento stesso in cui giocherete al dlc. In un momento specifico dovrete fare una scelta molto importante, una risposta che farà sì che la storia che conoscete si avveri. L’altra scelta invece darà vita a un pezzo di storia che non c’è mai stato ma che ,secondo noi, i fan avrebbero voluto vedere invece che il finale da tutti conosciuto. Non che il finale speciale non lo sia ma sembra quasi voler dire: ”ecco come sarebbe andata a finire la storia se Ignis avesse fatto la scelta sbagliata”.

Personalmente abbiamo amato il finale di Final Fantasy XV e questo nuovo finale non ci ha trasmesso le stesse emozioni. Ma è stato molto interessante vedere come potevamo andare a finire le cose se fossero stati i fan a creare la storia.

Dopo aver spolpato per bene la storia di Ignis, come al solito, ci sarà il caro vecchio scontro che non può mancare nei dlc. Ma invece che scontrarvi contro il partner vi scontrerete con il principino Noctis. Divenuto spavaldo deve essere rimesso in riga e chi meglio della sua balia per tale compito?

CONCLUSIONI

Il dlc più atteso dai fan di Final Fantasy XV non poteva deludere. E infatti non ci ha delusi. Ha risposto a domande che ci eravamo posti e chiarito molti dubbi. Giocare a questo dlc è stato come vedere un film in cui però siete voi a comandare il protagonista. Non vorremmo sbilanciarci nel dire che questo potrebbe essere il più bel dlc che sia uscito. Vi farà piangere e arrabbiare allo stesso tempo. Piangere perché saprete che il finale alternativo è solo una mera fantasia e arrabbiare perché quelli della Square Enix vogliono giocare con i vostri sentimenti e ci riescono alla grande. La colonna sonora è perfetta e calza alla perfezione.