Abbiamo provato Matterfall in questi giorni, il nuovo gioco in esclusiva ps4 che esce il 16 agosto.

Matterfall è uno sparatutto frenetico a scorrimento in 2D dalla colonna sonora incalzante e fantastica. Gli amanti dei giochi che c’erano alle sale giochi non potranno non amare questo gioco che vi terrà impegnati per un considerevole lasso di tempo.

La storia parte con un filmato: siamo in un futuro in cui gli umani hanno trovato un materiale alieno e hanno cominciato a trasformarlo in un’arma. Naturalmente qualcosa va storto e le armi aliene si ribellano e ci tocca fare piazza pulita per battere i boss che troveremo in mezzo al nostro cammino. Sebbene la trama non spicchi per originalità non è il suo punto di forza: il vero punto di forza del titolo è la rigiocabilità. Sarà infatti possibile affrontare più volte il gioco per confrontare i propri punteggi con quello degli amici o per gareggiare con i migliori della classifica mondiale.

Ogni livello ha tre gradi di difficolta: nel più basso avrete più vite in totale e ne troverete molte di più rispetto ai livelli di difficoltà più alta. Nel corso del gioco dovremmo salvare dei civili intrappolati in dei cristalli che ci daranno come ricompensa armi speciali (fino a quattro armi) e abilità passive o attive.

La grafica è molto bella e ben curata con colori vivaci che spezzano la monotonia dei livelli. I dettagli a schermo sono numerosi e ben curati, senza eccessivi cali di frame.

matterfall

 

Quando abbiamo provato Matterfall la prima volta è stato come un tuffo nel passato. Ci è sembrato di essere tornati negli anni 80’ tra colori fluo e musica che ti rimbomba nella testa. Peccato però per un paio di fattori. Trama quasi inesistente e dialoghi assenti. I tasti non sono intuitivi di primo acchito ma dopo un paio d’orette ci si abitua.

Apprezziamo di certo il lavoro svolto ma, purtroppo, pecca di scarsa originalità, soprattutto tenendo in considerazione un mercato globale in cui, sempre più, si vanno innalzando gli standard qualitativi dei prodotti videoludici. 

Il nostro consiglio? Prendete Matterfall se amate i platform da sala giochi in salsa anni '80. Non vi deluderà.