E’ appena finita la prima settimana dei campionati mondiali di league of legends ed è già accaduto l’inconcepibile.

Ma, prima di proseguire, ecco una breve introduzione per i profani: League of legends è attualmente, e con lungo distacco sulla concorrenza, il titolo per pc più giocato al mondo vantando ormai più di cento milioni di giocatori differenti ogni mese.

worlds-2015-finals-1920x1080I tornei ufficiali sono talmente seri da renderlo un vero e proprio sport ed i giocatori professionisti sono prevalentemente ragazzi giovanissimi che si guadagnano da vivere giocando per squadre di club che gli forniscono spesso un lauto stipendio, un alloggio per abituarsi ad allenarsi a stretto contatto con i compagni ed un team personale a loro disposizione formato da coach, analyst e perfino psicologi dello sport.

Tale è l’importanza di League of Legends che, recentemente, è stato addirittura reso possibile scommettere sulle partite di LOL direttamente presso una ricevitoria SNAI.

I mondiali sono ormai arrivati alla loro sesta edizione e sono ospitati negli Stati Uniti in arene leggendarie come il Madison Square Garden. A parteciparvi vi sono sedici squadre di club qualificatesi nei vari campionati continentali.

Purtroppo, per qualche motivo, i giocatori italiani professionisti scarseggiano e nell’attuale competizione mondiale non se ne trova nemmeno uno. Nonostante ciò qualcosa ha da poco cominciato a muoversi ed il TeamForge (pur provvisto un solo giocatore italiano durante le EU CS) ha ottenuto ottimi risultati tentando di qualificarsi per il massimo campionato europeo, gli EU LCS.

Come per molti altri videogiochi il predominio della Corea del Sud sul resto del mondo è un fatto comunemente dato per scontato. Quella è infatti la patria del videogioco competitivo e, da decenni, in Corea alcuni giochi sono paragonabili al calcio in italia per visibilità mediatica, infrastrutture e diffusione.

Negli ultimi tre anni i mondiali sono stati vinti a mani basse da squadre coreane e gli attuali campioni del mondo SK telecom T1 sono tra i favoriti di quest’anno. La vittoria di una squadra 16632_1aproveniente da tale paese è talmente sicura che i siti di scommesse garantiscono una misera quota di 2,5 sulla vittoria dell’intero mondiale da parte di uno dei due team coreani favoriti, da paragonare alla quota 2001 per la vittoria dei due team wildcard qualificatisi fra il resto del mondo.

Essendo squadre di club è spesso facile trovare giocatori di nazionalità differenti da quella del team, infatti molte squadre nordamericane e cinesi hanno giocatori coreani al loro interno. L’anno scorso è avvenuto un vero e proprio esodo da parte di giocatori promettenti dall’europa agli stati uniti prevalentemente per la differenza di stipendio e considerazione della disciplina più bistrattata dalle nostre parti.

Mentre i grandi esperti hanno sempre puntato sui cinesi come unici possibili detronizzatori dei coreani, di anno in anno i team cinesi non si sono rivelati all’altezza delle aspettative finendo spesso fuori dal podio in molti eventi internazionali.

Questo inizio di mondiale non è stato da meno con i brasiliani INTZ, quotati fra gli ultimi in classifica, che hanno distrutto il colosso cinese quotato terzo nel loro primo game.

Altre sorprese si sono susseguite per tutte le giornate iniziali con la grande rivalsa dei nordamericani che hanno battuto due team coreani mentre i semisconosciuti albus nox luna della comunità degli stati indipendenti hanno collezionato due vittorie su G2,  miglior team europeo e su CLG, secondo team nordamericano.

Come nota triste i team europei, che l’anno scorso erano riusciti a conquistare ben due posti nelle semifinali grazie a Origen e Fnatic, quest’anno sono rimasti, come prevedibile, senza la qualificazione dei suddetti team e la misera prestazione dei G2 all’MSI, in fondo alle classifiche dei rispettivi gironi. Tra i primi game dei 3 team europei qualificati si possono contare infatti ben 8 sconfitte ed una sola vittoria.

La situazione attuale dopo la prima metà della fase a gironi è quasi paradossale, come si può vedere dall’immagine ogni squadra ha almeno una sconfitta e dieci squadre su 16 hanno due vittorie ed una sconfitta.

ct0gii6umaaxtnb

I fan sfegatati (tra i quali molti italiani) dei pluripremiati europei fnatic sono rimasti delusi dalla mancata qualificazione dei loro idoli e molti hanno poca fiducia in una ripresa imprevista delle squadre europee rimaste.

Il predominio coreano sembra momentaneamente spezzato dalle ottime prestazioni dei team americani, dell’LMS (provenienti da Hong Kong, Taiwan e Macao)  e dei due team wildcard, l’europa è ormai senza speranza ed i cinesi sembrano iniziare a riprendersi dalle solite batoste iniziali; è un mondiale aperto ad ogni tipo di risultato, molto meno prevedibile e più avvincente dei precedenti, rimaniamo in trepidante attesa per la fase di ritorno dei gironi che inizierà il 7 ottobre.

Purtroppo, svolgendosi negli usa, le partite vengono trasmesse dall’1.30 di notte in poi ma è possibile rivederle comodamente grazie ai vod dallo stesso sito dedicato ai mondiali (http://eu.lolesports.com/en/league/worlds) o dal comodissimo ed aggiornato (reddit https://www.reddit.com/r/LoLeventVoDs/), per quanto riguarda il commento in italiano, potrete seguirci su twitch (https://www.twitch.tv/geexmag) dove commenteremo le partite.

Se non vi bastassero le incredibili partite il pick’em ufficiale (http://pickem.euw.lolesports.com) e le svariate leghe di fantalol tra cui quella open di esl (http://fantasy.eslgaming.com/lol) vi aiuteranno sicuramente ad arricchire la vostra esperienza.