Ritorniamo ancora una volta nel mondo di Destiny 2 per parlare della sua seconda espansione: La Mente Bellica.

Dopo aver parlato di Destiny 2 e del suo primo DLC “La Maledizione di Osiride” ci ritroviamo ancora una volta a discutere di questo interessante sparatutto targato Bungie per l’uscita della seconda espansione intitolata La Mente Bellica. Come si intuisce dal titolo questa espansione parlerà di Rasputin, l’Intelligenza Artificiale incaricata di difendere il sistema solare.

Questa volta però Rasputin è in pericolo a causa del cosiddetto alveare glaciale che minaccia il suo nucleo su Marte (difatti La Mente Bellica è stata creata proprio su questo pianeta, nella struttura di Clovis Bray); anche questa volta non saremo soli, infatti, ad accompagnarci nella nostra avventura avremo un nuovo personaggio principale, ovvero Ana Bray (abbreviativo di Anastasia Bray) e che scopriremo essere parte della famiglia che ha costruito Rasputin.

Durante lo svolgersi della campagna principale dell’espansione (della durata complessiva di appena 2-3 ore circa per completare ogni missione) scopriremo che un’entità molto pericoloso brama la distruzione di Rasputin, trattandosi nientedimeno che di una vera e propria divinità dell’alveare. Nonostante tutto questo incipit davvero intrigante, però, la trama non riesce a decollare come dovrebbe, probabilmente per la durata complessiva o per la rapidità con cui si succedono gli eventi principali; fatto sta che, nonostante un finale “interessante”, questa espansione non riesce a colpire come dovrebbe, mentre a nostro avviso avrebbe potuto avere potenzialità più grandi, così come accaduto anche nel caso del precedente contenuto a pagamento.

Dobbiamo però anche dire che a livello di contenuti, ovviamente, l’espansione de La Mente Bellica non si limita al solo nuovo pianeta esplorabile (sicuramente più vasto rispetto a quello del precedente contenuto) ed alle nuove missioni, ma aggiunge anche nuovo equipaggiamento esclusivo tra armi, armature e navi, oltre che due nuovi eventi pubblici; di questo uno rappresenta una novità assoluta in Destiny 2 che va a ricalcare le orme di alcuni eventi ad orde del primo capitolo e sarà anche caratterizzato da ricompense uniche.

Si chiama Protocollo di Intensificazione e in sostanza sarà strutturato su sette livelli, ciascuno dei quali diviso in quattro ondate ed in caso di fallimento si dovrà ricominciare da quello precedente e potranno partecipare tutti i giocatori presenti in pattuglia al momento dell’inizio dell’evento. Infine, questa espansione aggiungerà un nuovo Raid intitolato Pinnacolo Siderale, il quale ci porterà sulla cima del Leviatano per permetterci di affrontare nuove sfide (sarà suddiviso in tre parti) di difficoltà generale più ardua rispetto a quelle riscontrate nei precedenti e che nel complesso ci ha particolarmente convinti.