Ci siamo, l’evento videoludico italiano dell’anno (E terzo in europa, dopo la Gamescom di Colonia e la Parigi Games Week) è finalmente cominciato. Noi di Geexmag siamo pronti a portarvi a vedere, insieme a noi, tutte le anteprime, tutte gli eventi e tutte le novità di questa kermesse. Vivetela con noi!

AESVI, l’Associazione Editori e Sviluppatori di Videogiochi Italiana, l’ente che si occupa di organizzare la Milano Games Week, ha fatto le cose in grande: I padiglioni di Rho Fiera passano dai due dell’anno scorso, ai tre di quest’anno, con un intero padiglione dedicato interamente agli e-sports. Ma non solo. Abbiamo avuto modo di partecipare alla conferenza stampa pre-evento, organizzata mercoledì scorso, niente di meno che al Castello Sforzesco, uno dei monumenti storici più importanti di Milano.

La conferenza stampa, con una rappresentanza del museo del Castello Sforzesco, del Comune di Milano, e dell’associazione AESVI

 

La prima Games Week fu organizzata nel lontano 2011, e da allora è sempre cresciuta, per numeri e dimensioni, tanto da doversi, qualche anno fa, spostare dalla location originale (Fieramilanocity) per approdare a quella attuale. I numeri, anche quelli dell’anno scorso, sono impressionanti: oltre 148.000 visitatori “and counting”, come dicono in nostri amici inglesi.

Ma AESVI non ha presentato soltanto la fiera. Infatti, ha colto l’occasione della suggestiva location per presentare alla stampa e al pubblico un progetto videoludico davvero particolare. Lo studio itliano Beyond The Gate, in collaborazione con lo stesso Castello Sforzesco, ha sviluppato e rilasciato “Beyond The Castle” un’esperienza in VR fatta direttamente sulla Torre della Falconiera, nel quale si interpreta un arciere in epoca medioevale che deve difendere il castello da un attacco nemico. Si tratta di una vere a propria ricostruzione in VR della roccaforte milanese, così come era in tutto il suo medioevale splendore. Un progetto che unisce cultura e videogioco, in quanto viene offerto al visitatore insieme ad una visita guidata dell’edificio storico.  Paolo Chisari, presidente AESVI, non ha mancato di sottolineare come questo progetto sia importante nel nostro paese, perchè aiuta a far capire all’opinione pubblica quante siano le possibilità offerte dal video game, che non è solo un prodotto concepito per divertimento e intrattenimento, ma può essere uno strumento molto potente anche per imparare (perché no, anche divertendosi).

Un videogame ambientato nel Castello Sforzesco giocato NEL Castello Sforzesco. Stupendo!

Noi di Geexmag siamo perfettamente d’accordo con Chisari, e nel nostro piccolo proviamo sempre a far capire a chi ci segue che i videogiochi possono essere molto di più che un mero passatempo, ma hanno potenzialità davvero infinite e ancora tutte da scoprire.

La location della press conference

Seguiteci, dunque, in questo viaggio in mezzo alla MGW. Ve lo racconteremo passo passo, articolo dopo articolo, video dopo video! Stay Tuned!

Una schermata di Beyond The Castle