Il fuorisalone di Milano offre sempre occasioni per scoprire qualcosa di nuovo. Presso la sede del WWF di Milano abbiamo infatti scoperto il progetto “VR Hope – a Very Real Hope. Realizzato da Uqido in collaborazione con WWF Italia si propone di sensibilizzare l’opinione pubblica riguardo il tema dell’impatto umano sull’ambiente (ed in particolare sul rischio d’estinzione del Lupo).

La questione ambientale e il rischio d’estinzione di numerose specie animali dovrebbero interessarci tutti da vicino (avendo conseguenze anche per la vita umana) ma purtroppo spesso vengono trascurate, forse perché la natura ed i suoi abitanti vengono dati per scontati. Per questo motivo WWF Italia ha chiesto aiuto al team di Uqido, che ha provveduto a realizzare questa breve ma intensa esperienza per VR (accessibile a tutti gratuitamente).

VR Hope- a Very Real Hope

L’esperienza in sé è davvero molto breve ma riesce seriamente a colpire le emozioni dell’utente.  VRHope si caratterizza infatti per l’utilizzo della realtà virtuale non per coinvolgere lo spettatore dal punto di vista solamente grafico, quanto piuttosto emotivamente e sensorialmente, al fine di renderlo consapevole di cosa potrebbe capitare (e purtroppo sta cominciando a verificarsi) al nostro pianeta. VRHope è stato realizzato con Unity e ottimizzato per HTC Vive. Pur essendo un’ottima realizzazione,  presenta tuttavia alcune pecche (che non inficiano comunque la potenza emotiva dell’esperienza). In particolare vi sono dei difetti nelle animazioni degli animali, ma che sono veramente marginali rispetto alla forza narrativa della storia. Inoltre se si considera il pochissimo tempo avuto a disposizione da Uqido (14 giorni ndr) a maggior ragione passano in secondo piano. Complessivamente il nostro commento per questo lavoro è: tanto di cappello !

Dopo aver indossato il visore si viene catapultati in un ambiente verdeggiante e pieno di vita, in cui è possibile muoversi abbastanza liberamente ed ammirare alcune specie animali, tra i quali spicca un branco di lupi. Fin qui tutto tranquillo, anche perché i lupi e gli altri animali ignoreranno la nostra presenza. Ad un certo punto però cominceranno ad essere distinguibili gli inconfondibili rumori della presenza umana e le loro conseguenze. Non vi diciamo oltre perché raccontare il finale depotenzierebbe la carica emotiva che quest’esperienza comporta. E anche perché tutti odiano gli spoiler. Se volete scoprire il finale, noi di Geexmag vi invitiamo a provarla al Fuorisalone di Milano, presso la sede WWF di Via Tommaso da Cazzaniga.

Uqido

Uqido che ha realizzato, in collaborazione con WWF Italia, quest’opera di sensibilizzazione è un’azienda di Padova costituita da persone che amano la tecnologia e la sperimentazione. Nata da uno spin-off dell’Università di Padova, Uqido trae ispirazione per il suo nome dal primo progetto realizzato, ovvero un eliminacode. Il nome infatti significa yoU Queue I DO (Mentre aspetti in coda io faccio).  Caratteristica di Uqido è infatti la continua ricerca e sperimentazione per trovare soluzioni semplici ai problemi delle persone. Al momento infatti Uqido collabora con lo IOV (Istituto Oncologico Veneto) alla realizzazione di un dermatoscopio di ultima generazione.

Commenti