Ghost Recon Wildlands è sicuramente uno tra i titoli più attesi del 2017. Da pochi giorni, si è conclusa la fase di closed beta del gioco. Dopo diverse ore di gameplay, le nostre opinioni sono molto discordanti: ecco quali sono le mie.

Mentre leggete questo scritto, è doveroso precisare che abbiamo provato una beta. Molti problemi quindi non dovrebbero ( lo speriamo tanto ) essere presenti nel gioco finale.

wildlandsAppena avviato Wildlands ci viene subito chiesto di creare il nostro pg e, con nostra grande sorpresa, si scopre un editor abbastanza approfondito e curato. Di certo una novità per i giochi della serie “Tom Clancy’s”. Numerose sono le possibilità di caratterizzazione del personaggio, sia dal punto di vista fisiologico, che dell’abbigliamento.

Conclusa la fase di costruzione del nostro PG, Wildlands ci catapulta in una Bolivia moderna ed in mano ad una spietata organizzazione criminale: i narcos dalla “Santa Blanca”. Ci viene quindi narrato di come questa organizzazione (plasmata sulla falsariga del sanguinario cartello de Medellin) abbia ottenuto potere e protezione dal governo locale in seguito a rapimenti, stragi e ricatti. Ciò ha permesso alla Santa Blanca di poter espandere il proprio controllo sul territorio Boliviano e iniziare traffici di droga e armi anche con paesi esteri confinanti, come con il Messico e gli U.S.A. A seguito di un’intollerabile escalation di violenza, però, il governo americano decide di aiutare la resistenza locale inviando la squadra d’elite delle forze speciali: i temibili Ghost.

L’obbiettivo? Come nei migliori film di Hollywood: portare la pace uccidendo i cattivi.

Grafica

Le impressioni dal punto di vista grafico, a primo impatto sono buone. Solo al primo impatto però: proseguendo nel gioco, infatti, ci si imbatterà in molti bug grafici; specialmente riguardanti wildlandsl’ambiente circostante e gli oggetti. I movimenti del giocatore e le armi invece sono molto ben fatti e ricordano, in alcuni momenti, The Division. Colpisce invece la qualità della riproduzione dell’ambientazione generale e la through distance anche su console.  Un fattore che personalmente ho trovato apprezzabile è la vastità della mappa: nonostante la beta di Wildlands fosse limitata ad una piccola zona della mappa, quella che sarà la superficie esplorabile e l’ampiezza di gioco era già facilmente individuabile ed apprezzabile. I veicoli sono ben riprodotti ma subiscono danni solo estetici. Il tutto con un’ottima resa visiva. Su console però va segnalata l’evidente mancanza di ombre e totale assenza di occlusione ambientale.

Gameplay

IWildlandsl gameplay di Ghost Recon è punto di forza del prodotto Ubisoft ed è proprio tutto quello che gli amanti della serie ed i neofiti del genere cercano: totale assenza di limiti o vincoli. Il giocatore infatti non sarà obbligato a seguire un preciso stile di gioco, ma potrà giocare la partita come desidera.  L’amante dello stealth potrà quindi agire nell’ombra e limitarsi alle uccisioni strettamente necessarie. Chi invece preferisce un approccio più diretto, potrà smontare il silenziatore e fare fuoco liberamente. Anche nell’ordine di esecuzione delle missioni non vi è alcun ordine prestabilito e quest primarie e secondarie possono essere affrontate in qualsiasi momento. Le prime permettono di avanzare nella story line principale, le seconde invece di raccogliere risorse.

Anche il sistema di upgrade e miglioramenti è ben studiato e complesso. Infatti per migliorare le nostre skill dovremo guadagnare punti esperienza, punti che si ottengono completando missioni o incarichi. Ciò però non sarà sufficiente, infatti, oltre ai punti EX sarà necessario avere a disposizione i materiali che possono essere raccolti in giro per il mondo o portando a termine e missioni secondarie.

Conclusioni

Il gioco ci ha convinti? La risposta è ancora incerta, i problemi grafici sono tanti, e il multiplayer è da migliorare. Alcuni di noi in redazione volevano provare il gioco per provare a togliere gli ultimi dubbi che bloccavano la mano che stringeva il portafoglio. Così purtroppo non è stato. Se gli errori grafici venissero corretti, e il multiplayer venisse reso stabile allora sarebbe un gioco da non perdere assolutamente. Ciò però non può essere scoperto se non quando verrà rilasciato il gioco completo.