Da qualche giorno Mass Effect Andromeda è entrato nella sua fase Gold ed è iniziata la massiccia campagna di marketing che cercherà di aumentare i preorder e le vendite al day one. In questa ultima fase news, rumors, conferme e anteprime si susseguono senza sosta.

Sfortunatamente, non tutte le notizie incontrano il gusto dei fan. Nella fattispecie un utente Twitter, @dafnelilian83, ha chiesto direttamente ad Aaryn Flynn, big boss di Bioware, se il quarto capitolo della saga fantascientifica sarà o meno doppiato in italiano.

La risposta è stata precisa ed inequivocabile.

 

“No, sono dispiaciuto nel dire che non c’è (L’italiano ndr)”

Tutto sottotitolato.

Il popolo dei videogiocatori nostrano si è naturalmente indignato, e sui social e i forum in queste ore è un tripudio di minacce di boicottaggio, cancellazioni di preordini e lamentele varie.

La notizia di per sé non ci sorprende né ci coglie del tutto di sorpresa. Anche il precedente lavoro dello studio di proprietà di EA, Dragon Age Inquisition, non è stato doppiato in italiano. Anzi, analizzando la storia della Bioware possiamo tranquillamente affermare che i Mass Effect siano stati l’eccezione e non la regola.

Ve lo ricordate Knights of The Old Republic?!

Da sempre la casa canadese ha puntato su gdr molto cinematografici, con dialoghi importanti e ricchi di contenuti. Le voci e il doppiaggio hanno sempre rivestito un ruolo importante nello storytelling dei suoi giochi. Eppure, non Dragon Age, non KoTOR e nemmeno il più recente The Old Republic hanno visto i rispettivi protagonisti parlare in italiano.

Al di là di tutte le critiche che si possono fare, questa resta comunque una scelta compiuta nel rispetto di una tradizione rotta solo dalla prima trilogia delle avventure di Shepard e compagni.