Abbiamo avuto modo di provare in anteprima The Last Wind Monk, sequel di The Inner World, che uscirà tra pochissimi giorni (20 ottobre 2017). Ne siamo rimasti piacevolmente colpiti, e vogliamo spiegarvi perché.

L’Ambientazione

 

l mondo di Asposia è costituito da un enorme spazio vuoto circondato da un’infinita distesa di terra. L’aria del mondo è fornita attraverso le fontane del vento, custodite dai Monaci del Vento. Tali fontane erano ritenute essere un collegamento diretto con gli Dei del vento, vera e propria espressione del loro respiro. Purtroppo però un giorno dalle fontane uscirono i Basiliani, terribili mostri capaci di pietrificare le proprie vittime con lo sguardo. Questi temibili mostri, però, non erano altro che complesse macchine robotiche costruite dal vile Conroy il quale, fingendo di sconfiggere i mostri, ne aveva approfittato per assumere il controllo del mondo. Ma sulla sua strada aveva trovato Peck, Laura e Robert che, dopo un ardua battaglia, lo avevano sconfitto tramutandolo in pietra.

E qui si concludeva The Inner World,

Con The Last Wind Monk, però, veniamo a sapere che le cose non sono migliorate per Asposia. Dopo la sconfitta di Conroy, infatti, Robert è rimasto pietrificato per 3 anni a causa di un incidente occorsogli mentre cercava di scappare dalla sua incoronazione. Nel frattempo è sorto un nuovo dittatore: Emil. Questi altri non è che un ex-commerciante di cianfrusaglie convinto di essere destinato a restaurare Conroy e salvare Asposia dai Basiliani. Emil, a capo del Movimento dei Lealisti di Conroy, ha instaurato una vera e propria dittature simil-nazista: e, ritenendo la tribù dei nasi a flauto responsabili della morte di Conroy nonché della comparsa dei Basiliani,  ha dato il via ad una serie di rastrellamenti, in modo da poter sacrificare tutti i nasi a flauto per poter far rinascere Conroy. Ma non è tutto: il vento (e quindi l’aria) sta cominciando ad esaurirsi e l’unica speranza per il mondo è che venga trovato l’ultimo monaco del vento. Qui comincia la nostra avventura per salvare il mondo.

Il Gioco

Il sistema di gioco è quello tipico di ogni punta e clicca: abbiamo a disposizione tre personaggi (Peck il piccione, Laura la ribelle e Robert l’imbranato) che si muovo tra gli scenari 2D in cui sono presenti diversi punti di interesse con cui è possibile interagire per osservare, raccogliere oggetti e simili. Per proseguire nella storia dovremo risolvere vari enigmi sfruttando gli oggetti del nostro inventario e quelli presenti nello scenario. Il livello dei puzzle è decisamente ben bilanciato, risultando non troppo semplice ma neanche ostico al punto da bloccarci per troppo tempo. Ma non ci limiteremo a risolvere enigmi: potremo anche suonare canzoni col naso di Robert, giocare partite a freccette, e a toc-toc per vincere della fantastica carta igienica!

Se il gameplay è rimasto sostanzialmente identico al primo capitolo, la grafica ha invece subito delle migliorie, pur rimanendo fedele allo stile di The Inner World. Gli scenari appaiono infatti ben realizzati, stravaganti e pregni di personaggi simpatici esattamente come in The Inner World. Ma sono risultati degni di nota anche il doppiaggio e le musiche di gioco, per cui è stato fatto veramente un ottimo lavoro.

Le Nostre Conclusioni

The Last Wind Monk è un’avventura grafica indie assolutamente degna di nota, con un’ambientazione pregna di umorismo pur trattando tra le righe temi delicatissimi (come quello della discriminazione razziale), capace di regalare ore di divertimento agli appassionati del genere e non solo, in quanto il livello degli enigmi è più che alla portata di chiunque. Inoltre la breve sequenza introduttiva, riassumendo le vicende del primo capitolo, renderanno The Last Wind Monk pienamente fruibile anche a quei giocatori che non hanno giocato allo sfortunato The Inner World. The Last Wind Monk sarà rilasciato su tutte le piattaforme tra pochissimi giorni, precisamente il 20 ottobre 2017, e noi vi consigliamo caldamente di non farvelo sfuggire.

[embedyt] https://www.youtube.com/watch?v=WfwxpdX6mwY[/embedyt]

A pochi mesi da yakuza 0, fa il suo grande ritorno anche il primo capitolo della saga, a voi la nostra recensione.

Definire Yakuza Kiwami una semplice rimasterizzazione sarebbe riduttivo. Il lavoro di SEGA è infatti un vero e proprio remake che, oltre alla grafica, dedica molta attenzione a modernizzare e ampliare questo grande titolo.

Sono passati ormai undici anni dall’uscita di yakuza su playstation 2. Nel 2017 le strade di Kamurocho si riaprono in uno scoppiettante remake.

 

Rispetto, onore e mazzate.

IN Yakuza Kiwami torneremo, ovviamente, a vestire i panni di Kazuma Kiryu. Il leggendario drago, viene incarcerato per 10 lunghi anni, dopo essersi preso la colpa dell’omicidio del boss del clan Tojo, in verità perpetrato dall’amico fraterno Akira Nishikiyama. Alla sua scarcerazione, l’uomo si accorge che molte cose sono cambiate e il suo nome non è più temuto e rispettato come un tempo. I clan sono alla ricerca di 10 miliardi di yen scomparsi e una feroce guerra sta dilagando per le strade. Anche Yumi, la ragazza protetta e amata da Kazuma, è sparita. Aggiungiamo che il suo amico Akira è profondamente cambiato. In peggio ovviamente. Compito dell’uomo sarò ripristinare il suo onore, trovare la giovane amata e, nel frattempo, dovrà proteggere la piccola Haruka, una bambina misteriosa braccata da tutti. Come? A suon di mazzate ovviamente!

La trama del gioco si sviluppa ad un ritmo lento ma ben cadenzato, i dialoghi sono lunghi ma mai noiosi e frustranti. Yakuza Kiwami offre al giocatore una trama completa e longeva, coinvolgendolo per 20-25 ore. Ma le strade di Kamurocho offrono una costellazione di side quest veramente vasta e intensa. è facile perdere completamente in filo della trama perchè presi dalle numerosissime missioni secondarie.In aggiunta a tutto questo, troveremo le varie attività che sarà possibile svolgere in giro per la città. Fra le quali ricordiamo i cabaret, il gioco di carte collezionabili MesuKing, le gare di Mini 4WD (e qui la nostalgia fiocca) e gli immancabili SEGA club. Sommando tutte queste proposte, il gioco è in grado di tenerci incollati allo schermo per più di cento ore!

 

Stesso Yakuza, diversi cambiamenti.

Come affermato in precedenza, Yakuza Kiwami non è una semplice rimasterizzazione, ma un vero e proprio remake fatto con amore e cognizione.

Utilizzando il motore grafico già messo in campo per Yakuza 0, SEGA ha saputo ridare vita alle strade di Kamurocho e ai suoi abitanti. L’impatto iniziale è notevole. Sebbene il livelli di dettaglio e animazione non siano paragonabili ai più moderni sistemi di elaborazione, gli attori e il doppiaggio riescono a dare una grande intensità e cerdibilità a quasi tutti i personaggi.

La colonna sonora e in generale il comparto audio hanno subito anch’essi una trasformazioni, adattandosi al meglio all’epoca moderna.

A sparire  la maggior parte dei caricamenti, molto più rapidi nelle rare volte in cui sono presenti.

A cambiare radicalmente è anche il combat system, totalmente revisionato sia nella gestione delle telecamere (ora molto più fluida), sia nelle meccaniche stesse. In eredità da Yakuza 0 potremo infatti utilizzare ben quattro stili di combattimento diversi, selezionabili al volo con l’utilizzo del pad direzionale. Ogni stile sarà potenziabile tramite un albero abilità in stile GdR.

 

Ecco gli stili:

Brawler: Stile equilibrato e dinamico che unisce forza e velocità.

Rush: Stile che fa della velocità il suo punto di forza, integra attacchi rapidi e consecutivi uniti a veloci schivate. poca forza tanta velocità.

Beast: Stile lento e brutale, con attacchi ad ampio raggio e possibilità di afferrare oggetti da sfasciare sul cranio dei nemici. Tanta forza, poca velocità.

Dragon: Lo stile originale di Kiryu, potente e veloce allo stesso tempo. Questo stile è l’unico a non poter essere potenziato tramite la normale acquisizione di esperienza. Potremo infatti migliorare il Dragon solo vincendo i combattimenti con Majima Goro.

Una volta terminato il gioco potremo dedicarci al NG+ o, in alternativa alle due modalità presenti:

Premium Adventure: modalità dedicata al free roaming puro.

Climax battles: modalità in cui ci vengono riproposti alcuni combattimenti visti nella storia, con l’aggiunta di regole specifiche (ad es. portare a termine un combattimento entro lo scadere del tempo)

Un Majima è per sempre!

Sin dalle prime battute del gioco, ci troveremo davanti lo psicopatico (e adorato) Majima Goro. Il Cane pazzo mostrerà un interesse morboso e al limite del sociopatico nei confronti del protagonista. La sua promessa è quella di seguirci e monitorarci 24/24 e 7/7, e così farà!

Durante tutta la durata del gioco, potremo infatti trovare Majima nelle situazioni più disparate, a volte al limite dell’ilare. Una volta trovato ingaggeremo un combattimento che, se vinto, ci darà la possibilità di potenziare lo stile dragone di Kiryu.

 

In conclusione

Ci troviamo davanti a un vero e proprio atto d’amore da parte di SEGA nei confronti di tutti i fan della serie. Oltre che un eccezionale lavoro di restyling grafico, il cambiamento è proprio nell’anima del titolo, eliminando di fatto i difetti della versione originale (2006): la trama allargata per facilitarne la comprensione, il sistema di combattimento totalmente cambiato, il comparto audio rivisitato ed un sistema di doppiaggio azzeccatissimo fanno di Yakuza Kiwami un titolo da avere e da giocare.

Ovviamente sono presenti alcuni difetti: spesso i combattimenti risulteranno più complicati del previsto a causa di una gestione delle telecamere non sempre perfetta. Altre volte ci troveremo leggermente annoiati dalla ripetitività degli stessi.

Tuttavia questi “problemi” non bastano a smorzare la potenza narrativa e la magnificenza del lavoro di SEGA.

Yakuza Kiwami è un gioco da avere!

Potrete acquistare Yakuza Kiwami a questo Link:

Steelbook edition

Ecco la lista rilasciata oggi da Sony contenente tutte le novità disponibili da questa settimana su Playstation Store per tutte le piattaforme PlayStation.

PS4:

Farming Simulator 17 25 Ottobre

Farming Simulator 17Premium Edition 25 Ottobre

Team17 Trophy Hunters Pack 25 Ottobre

Hasbro Family Fun Pack – Super Edition 25 Ottobre

Big Buck Hunter Arcade 25 Ottobre

Ginger: Beyond the Crystal 25 Ottobre

Kyurinaga’s Revenge 25 Ottobre

Monster Jam: Crush It! 25 Ottobre

Snow – Founder’s Pack 25 Ottobre

Tethered(for PlayStation VR) 25 Ottobre

Windlands 25 Ottobre

Team17 Variety Pack 25 Ottobre

Laser Disco Defenders 25 Ottobre

Spider: Rite of the Shrouded Moon 25 Ottobre

The Tomorrow Children 26 Ottobre

The Tomorrow Children: Frontier Pack 26 Ottobreplaystation-network-listing-thumb-01-eu-19feb15

Emily Wants to Play 26 Ottobre

Space Overlords 26 Ottobre

Dogchild 26 Ottobre

Exile’s End 26 Ottobre

Just Dance 2017 27 Ottobre

Light and Dark Bundle 27 Ottobre

Weeping Doll (for PlayStation VR) 27 Ottobre

The Elder Scrolls V: Skyrim Special Edition 28 Ottobre

Titanfall 2 Deluxe Edition 28 Ottobre

Titanfall 2 Standard Edition 28 Ottobre

Battlefield 1 – Titanfall 2 Deluxe Bundle 28 Ottobre

Dragon Ball Xenoverse 2 Deluxe Edition 28 Ottobre

Dragon Ball Xenoverse 2Season Pass 28 Ottobre

Dragon Ball Xenoverse 1 and 2 Bundle 28 Ottobre

Dragon Ball Xenoverse 2 28 Ottobre

World of Final Fantasy: Day 1 Edition 28 Ottobre

Forestry 2017 – The Simulation 28 Ottobre

Infinite Air with Mark McMorris 28 Ottobre

Nobunaga’s Ambition: SOI – Ascension with Bonus 28 Ottobre

Root Letter 28 Ottobre

Carnival Games VR (for PlayStation VR) 28 Ottobre

PS3playstation-store-eur

Space Overlords 26 Ottobre

Just Dance 2017 27 Ottobre

Suikoden IV 27 Ottobre

PSVita

Laser Disco Defenders 25 Ottobre

Spider: Rite of the Shrouded Moon 25 Ottobre

Space Overlords 25 Ottobre

Ultimate Puzzle Collection 26 Ottobre

World of Final Fantasy: Day 1 Edition 28 Ottobre

Yomawari: Night Alone 28 Ottobre

Root Letter 28 Ottobre

PS4 DLC

Dark Souls II – Ashes of Ariandel 25 Ottobre

Farming Simulator 17 – Season Pass  25 Ottobre

Minecraft  25 Ottobre

Spooky Bundle

Builder’s Pack

Campfire Tales Skin Pack

Battle Map Pack 4

Halloween Battle Map

The Tomorrow Children 26 Ottobre

Doom 27 Ottobre

Hell Followed

Batman – The Telltale Series  27 Ottobre

Episode 3: New World Order