The Serpent Rogue è un titolo Indie sviluppato da Sengi Games e pubblicato da Team17 il 26 aprile 2022 su PS4/PS5, Xbox One e Series X, PC e Nintendo Switch. Il titolo vi metterà nei panni di un vero e proprio alchimista, con tanto di maschera da medico della peste, con il ruolo di Guardiano del nostro mondo. Saremo infatti gli unici in grado di debellare un male che affligge le terre e gli esseri viventi, noto come Corruzione. Farlo però non sarà per nulla semplice, e capire il potrebbe esserlo ancor meno; questo principalmente a causa del fatto che, ad eccezione di un breve tutorial iniziale, il gioco non ci spiegherà granché, ma al contrario lascerà a noi il piacere della scoperta sotto diversi aspetti. 

Innanzitutto, da buon alchimista, avremo la capacità di formulare un buon numero di pozioni diverse, da quelle in grado di danneggiare fino al curare ed affamare. Queste saranno essenziali non soltanto per l’uso diretto, ma anche per completare alcuni incarichi acquisibili da una bacheca, grazie ai quali potremo ottenere delle importantissime monete. Purtroppo però non conosceremo sin da subito le proprietà dei diversi ingredienti utilizzabili, sarà pertanto necessario raccogliere tali ingredienti (in numero variabile) e scoprire i loro effetti ricercandoli presso i tavoli da lavoro. La raccolta di ingredienti e materiali sarà un elemento estremamente importante e soprattutto preponderante all’interno di The Serpent Rogue, al punto da tendere parecchio verso lo stile dei titoli survival.

La raccolta ed il crafting non si limiteranno poi alla semplice creazione di pozioni, ma piuttosto si estenderanno anche alla fabbricazione di armi ed attrezzi (come pale e asce), così come alla cucina di pietanze. Quest’ultimo in particolare sarà un elemento fondamentale per garantire la nostra sopravvivenza dato che avere lo stomaco pieno ci permetterà di rigenerare salute nel tempo e potrebbe anche migliorare la capacità della nostra stamina. Considerato il livello di sfida tendente all’alto appare chiaro quanto tutto ciò vada dosato sapientemente per riuscire a sopravvivere agli scontri sempre più complessi ed alle letali intemperie. 

Cibo e denaro saranno poi anche fondamentali per reclutare abitanti del luogo e far sì che possano aiutarci nei nostri viaggi. In maniera analoga potremo conquistare la fiducia di un gran numero di animali così da farli combattere al nostro fianco o cavalcarli per viaggiare con più facilità. Tutti questi andranno a popolare il nostro accampamento, però dovremo prestare attenzione perché, anche quando non saranno con noi, avranno tutti bisogno di cibo per poter restare in salute. Tanto più il nostro accampamento sarà espanso, tanto più sarà necessario dedicarsi al riempirne continuamente la dispensa, pertanto si dovrà dosare sapientemente ciascuno di questi elementi .

Per trovare tutti questi ingredienti dovremo però dedicarci all’esplorazione dei diversi territori, tutti con una probabilità variabile di poterci trovare un determinato oggetti (cosa che a qualcuno potrebbe far storcere il naso dato che, qualora dovesse mancarcene uno in particolare, non avremo mai la certezza di trovarlo in un determinato luogo). Le varie zone non saranno particolarmente estese, ma saranno ben differenziate tra di loro, e la loro esplorazione sarà continuamente scandita dalle tempeste di corruzione che flagelleranno ogni area a cadenza regolare. Queste tempeste renderanno pressoché impossibile la nostra sopravvivenza, pertanto dovremo organizzare i nostri viaggi in modo tale da evitarle a tutti i costi.

Sopravvivere non sarà quindi per nulla semplice, però non disperate, la morte è parte integrante del gameplay di The Serpent Rogue e potrebbe persino permetterci di raggiungere luoghi altrimenti inaccessibili. Avremo dunque un gran numero di possibilità e cose da fare, creature di vario tipo da sconfiggere attraverso un combat system molto semplificato ma abbastanza efficace, anche se certamente si sarebbe potuto fare qualcosa di più. Il tutto all’interno di un mondo visivamente davvero molto interessante e particolare, oltre ad ambientazioni variegate e che si adattano alla perfezione allo stile grafico in cel shading.

Abbiamo avuto modo di provare il titolo su Nintendo Switch, e dobbiamo purtroppo segnalare alcuni piccoli difetti e problemi su tale console. Abbiamo innanzitutto cali di framerate non troppo rari, così come una responsività ai comandi non eccellente e alcuni bug di vario genere. A tal proposito da segnalare che siamo incappati in un bug nel salvataggio della nostra prima partita che faceva crashare il gioco ad ogni singolo avvio, e siamo stati pertanto costretti a ricominciare da capo. Buona parte di questi problemi fortunatamente sono risolti, o comunque meno evidenti, su tutte le altre piattaforme.