La settima stagione de “Il Trono di Spade” è ormai cominciata, per questo motivo abbiamo deciso di recensire il gioco targato Telltale, vero e proprio spin-off della serie.

(Parlare di questo gioco senza fare spoiler è molto difficile, ma noi ci proveremo ugualmente…)

Chi, cosa, quando

Il gioco, articolato in sei episodi, segue le vicende di diversi membri di Casa Forrester, vassalli di Casa Glover e dunque di Casa Stark, Signori di Ironrath e protettori della più grande foresta di legno-ferro di Westeros. Le loro vicissitudini cominciano immediatamente dopo “Le Nozze Rosse” e la conseguente caduta dei loro protettori.  I Forrester dovranno quindi farsi strada attraverso intrighi, tradimenti, orrore e guerra cercando di sopravvivere al caos che consuma i Sette Regni. A peggiorare la situazione ci sarà l’arrivo ad Ironrath di Ramsey Bolton e dei Whitehill, vassalli dei Bolton e rivali di Casa Forrester nel commercio di legno-ferro. Per premiare Casa Withehill dei servigi resi (o piuttosto per punire i Forrester per la loro fedeltà a Casa Stark) i Bolton hanno concesso loro Ironrath e con esso la foresta di legno-ferro mentre i Forrester sono stati costretti a servirli…

Stemma di Casa Forrester. Il loro motto è “Iron from Ice”

Come

Sul gameplay c’è veramente poco da dire, in quanto è veramente molto semplice: come per tutti i giochi targati Telltale, la storia è divisa in più episodi (in questo caso sei) mentre le meccaniche di gioco si basano sui quick-time event e scelte di dialogo. Come sempre le scelte del giocatore influenzeranno il proseguimento della storia (anche se su questo punto torneremo più avanti).  La grafica è quella “cartoonosa” caratteristica dei Telltale Games, e come al solito le animazioni appaiono un po’ legnose (quelle facciali sono le meno convincenti).

Ironrath, sede di Casa Forrester

In breve

Arriviamo dunque a ciò che di negativo e positivo è emerso durante la nostra esperienza di gioco.

Iniziamo con gli aspetti negativi :

  • Innanzitutto abbiamo riscontrato la mancata localizzazione in italiano del gioco, non un grosso problema ma comunque un ostacolo per chi l’Inglese non lo mastica troppo bene e visto il seguito che sia la serie tv sia i libri hanno in tutto il mondo, ci saremmo aspettati  che il gioco venisse quantomeno sottotitolato in altre lingue.
  • L’aspetto grafico, sebbene nel complesso risulti piacevole, presenta animazioni un po’ troppo legnose e animazioni facciali non convincenti.
  • Ed arriviamo a quello che è forse il tasto più dolente di tutti. Come le nostre scelte realmente influenzano lo svolgimento della trama. È abbastanza complicato, effettivamente le nostre scelte hanno un grosso impatto sul singolo episodio, ma i “passaggi” che collegano tra loro gli episodi (tra cui il finale di stagione) non vengono in alcun modo influenzati (insomma sono dei “punti fissi nel tempo” degni della miglior tradizione whoviana). In parole povere, i punti salienti della trama sono scriptati e non influenzabili dalle nostre scelte, rendendo quest’ultime pressoché inutili.
  • Finale aperto che presuppone un seguito. Questo solitamente dovrebbe essere un punto a favore… peccato che siano ormai quasi tre anni che la stagione 2 si fa attendere.
Ramsey Bolton e Lord Whitehill

 

Vediamo ora ciò che di positivo abbiamo riscontrato:

  • È un gioco ufficiale, la storia è quindi “canonica” rispetto la serie tv. Gli appassionati non possono quindi perdersela.
  • Trama estremamente coinvolgente. Probabilmente a suon di “ancora 5 minuti” finirete per spenderci su diverse ore di fila.
  • Colonna sonora veramente bella, del resto è un gioco Got ufficiale e non ci si aspettava qualcosa di meno rispetto le musiche della serie principale.
Jon Snow e Garred Tuttle scrutano l’orizzonte in attesa della Stagione 2

Per concludere possiamo dunque sostenere che Got- A Telltale Games Series Season 1, più che un vero e proprio gioco, è una serie animata interattiva spin-off di Got, dunque imperdibile per gli appassionati della serie (o dei libri) ma potrebbe rappresentare invece una delusione per chi cerca di un “gioco” nel senso stretto del termine. Quindi se avete tempo a disposizione e siete cultori di Got vi consigliamo di non farvelo sfuggire.

Avete letto bene ma l’offerta è a tempo limitato, solo fino al 7 novembre potrete scaricare e giocare il primo episodio direttamente da steam o dal playstore, non è ancora chiaro però se dopo il 7 novembre sarà possibile continuare a giocarci anche se trattandosi di un gioco offline è possibile che finchè resterà installato sul vostro dispositivo non ci saranno problemi.

batmanNon è la prima volta che la telltale offre gratuitamente la possibilità di giocare il primo episodio di una delle sue serie quasi come fosse una demo.

Dopo il lancio in agosto del primo episodio della nuova avventura della casa che ha completamente rilanciato il genere episodico negli ultimi anni siamo ora arrivati al terzo su cinque complessivi.

Le recensioni non prive di critiche mostrano pareri discordanti e su steam fioccano opinioni negative dovute a problemi di performance a cui Telltale non è nuova, offrendo abitualmente titoli dalla trama interessante ma sotto gli standard per quanto riguarda grafica, gameplay e prestazioni.

Per quanto riguarda la versione Android, mentre altre serie telltale sono compatibili (anch’esse con primo episodio gratuito) con molti smartphone e tablet, Batman necessita di android 6 o 5 con supporto opengl 3.1.

nej3truuujabnl_2_bPer il momento l’offerta non si estende anche alle versioni Ps3, Ps4, Xbox360, Xbox One, MacOS e iOS.

Purtroppo attualmente il gioco è disponibile solo in inglese ma per questi titoli è spesso facile trovare traduzioni amatoriali per la versione pc.

Essendo ora gratuito potrete verificare di persona se il titolo vi interessa, se siete appassionati di avventure, di batman o se siete anche solo incuriositi vi consigliamo di scaricare il primo episodio.

Non perdetevi dunque questa incredibile offerta che vi permette di tornare a Gotham City e di farlo in maniera del tutto nuova rispetto ad altri giochi il cui protagonista è il cavaliere oscuro più amato di sempre.