Small Radios Big Televisions è il nuovo titolo sviluppato dalla Adult Swim Game, gli stessi produttori di molti titoli molto peculiari sia per PC-Console, sia per mobile (come ad esempio la famosa serie di Amateur Surgeon). Il gioco è stato prodotto per PC e PS4 ed è una bizzarra avventura grafica dalla trama alquanto astrusa.

Small Radios Big Televisions_20161118161237Il nostro compito sarà attraversare diverse fabbriche ormai abbandonate muniti del nostro TD-525, ovvero un mangianastri collegato ad un casco per la realtà virtuale e per proseguire attraverso i vari livelli dovremo trovare delle cassette da riprodurre e nelle quali potremo trovare le chiavi per aprire diverse porte chiuse.

Il TD-525 e le sue cassette sono state create allo scopo di creare una realtà tranquilla e serena nella quale rifugiarsi e trovare conforto dalla tristezza del mondo esterno. Le cassette potranno inoltre essere deformate, se poste a contatto con dei magneti, per alterare la realtà che ci mostrano.

La trama non è molto chiara e ci viene “narrata” in dei brevi intermezzi tra un livello e l’altro attraverso un’intervista che pare venga fatta al nostro protagonista e che sostanzialmente cerca di spiegarci cosa sia accaduto agli esseri umani.Small Radios Big Televisions_20161118161334

Dal punto di vista del gameplay il gioco risulta estremamente semplice e potrebbe quasi essere paragonato ad un “punta e clicca”: la schermata di gioco ci permette di visualizzare (quasi in maniera bidimensionale) da una prospettiva distante le varie stanze attraverso le quali potremmo spostarci liberamente semplicemente cliccando sulle porte, mentre, durante la riproduzione dei vari nastri, saremo in grado di muovere solamente la visuale, anche in maniera tridimensionale allo scopo di individuare le chiavi da raccogliere. Inoltre durante il nostro percorso dovremo risolvere alcuni puzzle per poter proseguire.

Small Radios Big Televisions_20161118161133Le varie fabbriche risultano essere via via più complesse e sarà quindi facile perdervisi. Questo problema non viene neanche lontanamente risolto dalla possibilità di usare una mappa dell’area dato che questa è pressoché inutile. Il gioco è composto da 5 livelli e, nel complesso, non supera le 2 ore di durata.

Il gioco ha una grafica abbastanza semplice ma comunque gradevole, purtuttavia non è possible non notare dei vistosi cali di framerate in alcuni momenti come quando, soprattutto durante la visualizzazione delle “cassette distorte”, ci sono dei giochi di luce che possono risultare molto fastidiosi per i più sensibili. Invece molto belle ed azzeccate le musiche che accompagneranno il nostro viaggio.Small Radios Big Televisions_20161118121629

Non esiste la localizzazione in italiano del titolo che pertanto risulterà essere totalmente in inglese, ma ciò non pregiudicherà di molto l’esperienza dato che i dialoghi (sottotitolati in inglese) sono praticamente ridotti all’osso e comunque non troppo complessi da capire.

Il gioco presenta altre pecche: innanzitutto i controlli (nonostante si usi semplicemente un tasto e gli analogici per interagire con i vari oggetti) risultano essere abbastanza scomodi e spesso diventa difficoltoso selezionare l’oggetto con il quale si vuole interagire. Questa problema è verosimilmente molto meno lampante sulla versione per PC.

Small Radios Big Televisions_20161118161302Non si può negare che l’intuizione alla base di “Small Radios Big Televisions” aveva grosse potenzialità che, purtroppo, non sono state sfruttate a dovere a livello di trama e di gameplay: nel corso del gioco infatti non ci verrà mai spiegato del tutto il luogo in cui ci troviamo o quale sia il nostro compito, rendendo il tutto spesso inconsistente ed incompleto. Non è del tutto inappropriato affermare che si arriverà ai titoli di coda bramosi di sapere altro sulla storia del gioco e sul lore che vi si cela dietro. Speriamo che tutto questo, e molto altro, possa essere aggiunto al più presto mediante dei DLC o delle Patch!

In conclusione dunque “Small Radios Big Televisions” ha le potenzialità per divenire un gioco di tendenza che fa tendenza, ma necessita di alcune piccole migliorie a livello di storyline e di lore, in modo tale da rendere perfetto un prodotto decisamente promettente.