Quantum Break è rimasto fermo al primo capitolo, essendosi trattato di un titolo piuttosto autoconclusivo, ma visto che Remedy sta riprendendo alcune serie del passato, qualcuno ha lanciato l’idea di un seguito per il gioco, trovando il supporto entusiastico di Shawn Ashmore, attore che interpreta il protagonista Jack Joyce.

Ashmore ha risposto “Ci sto!” Taggando l’account ufficiale Xbox sulla questione, oltre ad aver anche risposto positivamente a una sorta di sondaggio lanciato sempre su Twitter su un rilancio del franchise. Non sappiamo se l’attore canadese (che ha preso parte anche alla saga cinematografica di X-Men e abbiamo visto di recente anche nella serie The Boys) sappia qualcosa che non è ancora stato annunciato su Quantum Break 2 o sia semplicemente una sua idea estemporanea, ma la questione è interessante.

La questione è poi progredita, vista la visibilità ottenuta, e anche Sam Lake di Remedy è intervenuto twittando un cuore in risposta ad Ashmore, dimostrando se non altro che il sentimento è condiviso anche dal team. A questo ha risposto nuovamente l’attore, riferendo “se solo fosse così facile”, facendo intendere che ci devono essere dietro diverse questioni da risolvere, per poter mettere in piedi il progetto.

Considerando la fervente attività di Remedy e anche la volontà di recuperare i propri franchise con progetti come Alan Wake 2 e Max Payne 1 & 2 Remake, non è escluso che anche Quantum Break possa tornare in scena, sebbene anche in questo caso ci possa essere di mezzo il via libera di Microsoft per portare avanti un progetto del genere. In ogni caso, il gioco resta ancora molto interessante e alquanto al passo coi tempi anche tecnicamente, giocabile attraverso la retrocompatibilità di Xbox Series X|S.