Bungie decide di rilanciare Destiny 2 con una nuova maxi espansione intitolata I Rinnegati, che introduce una nuova campagna e tanti nuovi contenuti!

Sin dalla sua uscita Destiny 2 ha promesso due grandi espansioni di cui abbiamo già avuto modo di parlarvi approfonditamente (link recensione): La maledizione di Osiride e La mente Bellica (così come del gioco principale). Bungie ha in seguito annunciato un ulteriore anno di supporto per questo suo titolo; supporto attivo che avuto inizio con l’espansione principale intitolata: I Rinnegati.

Questo DLC ci riporterà all’Atollo, dimora degli insonni, e più precisamente, nella sua fase iniziale, alla prigione degli anziani. Qui saremo richiamati da Petra Venj per sventare un incidente con la conseguente apertura delle celle di contenimento dei più pericolosi criminali della galassia. Ben presto però scopriremo che in realtà si tratta di una vera e propria evasione organizzata da Uldren Sov, fratello della regina Mara Sov, assieme alla sua squadra scelta di baroni caduti.

Scopriremo, inoltre, che non si tratterà di semplici caduti, ma di una vera e propria nuova fazione con (e consentiteci un sonoro “finalmente!”) una nuova tipologia di nemici da affrontare conosciuta come “Gli Infami”. Questi presenteranno meccaniche di gioco, abilità e punti deboli unici ed a loro dedicati, così da aggiungere quel pizzico di varietà in più che in un gioco del genere non guasta mai. Fatta questa piccola ma dovuta divagazione, durante l’evasione questa squadra di fuga preparata ad ogni evenienza riuscirà ad infliggere un duro colpo all’avanguardia; difatti Uldren Sov (come si intuisce facilmente dal trailer principale) ucciderà il famoso Cayde-6, personaggio che non necessita di presentazioni.

In questo modo avrà inizio la nostra personale (e fidatevi, sarà davvero molto personale) missione di vendetta contro Uldren e tutti i suoi baroni; questo viaggio ci porterà sull’atollo, il quale offrirà una nuova mappa esplorabile e ricca di particolarità: “La Riva Contorta”, ed un paio di eventi unici dedicati. Qui faremo nuove conoscenze, grazie alle quali riusciremo a rintracciare tutti gli otto baroni (attraverso missioni libere e non lineari), per poi passare al vero assassino di Cayde. Per quanto la trama possa essere semplice e scontata risulterà comunque essere godibile, merito anche della narrazione di buon livello che ha da sempre accompagnato questo titolo; il tutto per un totale di circa 4 ore di gioco per la campagna principale.

Le novità introdotte in I Rinnegati, inoltre, non si limitano semplicemente ad una nuova mappa e nuove tipologie di nemici; difatti troveremo anche una nuova tipologia di arma da utilizzare per sterminare i nostri nemici, un level cap aumentato da 30 a 50, un nuovo ramo delle abilità per ciascuna sottoclasse, nuovi contenuti end game una volta completata la campagna principale (per i quali ci teniamo a non fare alcun tipo di spoiler, sappiate solamente che si tratta di qualcosa di più vasto di quanto possiate pensare), ed una nuova modalità competitiva chiamata “Azzardo”.

Quest’ultima sostanzialmente risulta essere una fusione tra PvE e PvP con due team da quattro giocatori che si fronteggiano su varie mappe, ma le due squadre si troveranno in mappe diverse. Obiettivo del gioco è quello di eliminare quanti più nemici (che si tratti di cabal, caduti o altro) possibile, i quali lasceranno cadere delle particelle di luce che i giocatori dovranno raccogliere e, possibilmente, accumulare per poi depositarle in banca. In base a quante di queste sfere un giocatore avrà accumulato saranno evocati dei miniboss da sconfiggere per poter riaccedere nuovamente alla banca.

Depositare le particelle farà caricare una barra presente in alto, quando questa sarà stata riempita si potrà passare a sconfiggere il vero e proprio boss della missione (chiamato primordiale), la squadra che riuscirà ad eliminare per prima questo boss ne uscirà vincitrice. Sarà anche possibile venire a contatto con la squadra avversaria passando attraverso dei portali, in questo modo si potranno rubare loro le particelle o, in caso di presenza del primordiale, ogni uccisione del giocatore attaccante farà ricaricare la salute del boss. Si tratta dunque di una modalità innovativa per questo titolo e decisamente divertente da giocare.

Si tratta, dunque, di un’espansione molto corposa e ricca in contenuti, decisamente superiore alle due precedenti uscite dal lancio. Se amate Destiny 2 certamente non potrete farvi scappare questo nuovo pack di contenuti che promette di espandersi ancora di più nel corso di questo e del prossimo anno.