Negli ultimi mesi sono state annunciate e rilasciate nell’ordine: Ps4Pro (Sony), xbox one X (Microsoft) e Switch (Nintendo). Ma queste nuove macchine, benché più aggiornate e potenti, sono davvero necessarie?

Nuove console. Processori più potenti. La costante rincorsa al miraggio del 4k. La gara tra gli utenti pc a chi ha “l’hardware più cazzuto” (che, in molti casi, risulta essere del tutto inutile comparato alle reali necessità dei software in commercio).

E nessuno che si pone l’unica VERA domanda: sono realmente necessarie queste tecnologie?

Purtroppo però, quello che pare realmente mancare al giorno d’oggi è la base senza la quale Pc ultrapotenti e console ultrapompate sono totalmente inutili: I GIOCHI. 

Nuove console

Inutile negarlo. I giochi sono la reale motivazione per cui ogni gamer (di qualsiasi macro categoria egli faccia parte) decide di acquistare una determinata piattaforma. Negli ultimi anni però, esclusa qualche rara eccezione, i giochi sono stati molto spesso  deludenti sotto molteplici punti di vista: lo sviluppo è quasi sempre incompleto, tanto da richiedere TERAb di patch al day one, e sono spesso pieni di bug più o meno gravi, ai quali ormai noi poveri appassionati siamo abituati; e non ci resta che dire la solita frase: “ormai ci sono in tutti i nuovi giochi“, con quell’aria sconfortata e triste che tanti di noi troveranno stranamente familiare.

Date queste premesse ne converrete anche voi che le analisi tecniche si riducono al nulla e le console war divengono totalmente insensate, dettate solo dal fatto che non c’è null’altro su cui fare paragoni interessanti.

Ma tornando alla domanda originaria: le nuove console servono?

A nostro parere la risposta non può che essere totalmente soggettiva. Dipende dal ragionamento di ciascun gamer.

Intendiamoci, le prospettive sembrano essere interessanti. La prospettiva di una console più potente e performante (con tutti i vantaggi e gli svantaggi rispetto a un pc) permetterebbe a più persone di avvicinarsi al mondo del videogioco. Ovviamente, in tutta onestà, non suggerirei ad un neofita di comprare una console “pro” giusto per fare una partita nel week-end perché per questo fine è sufficiente anche una console di non ultimissima generazione, viste anche le numerose offerte che ci sono e visto che l’attuale generazione di console è più che sufficiente a soddisfare quell’esigenza. Per chi invece ricerca una console per giocare in 4k, la risposta non può che essere: GTX 1080ti e tutto il resto intorno. Questo perché le console, se pur potenti e pensate per quello scopo, non sono (per adesso) in grado di offrire prestazioni decenti senza perdere una delle loro principali caratteristiche, ovvero il basso prezzo iniziale: una console non può avere un prezzo superiore ai 500 euro senza diventare irragionevolmente pretenziosa dato che, oltre quella cifra, con una piccola aggiunta si parla già della possibilità di poter acquistare un pc dalle buone prestazioni.

 

Ed ecco giungere la seconda domanda “topica”: Sto benedetto 4k su una console a cosa diamine serve?

Allora partendo dal presupposto che tutti ormai sono dotati di una vista che CSI spostati, posso dire con certezza una cosa che sconvolgerà molti di voi:  Quando giocate ad una console solitamente siete sul televisore di casa e, stando a quanto viene raccomandato, per una visione ottimale dello schermo bisognerebbe stare ad una distanza che va da uno a tre metri, a seconda dei pollici del pannello. Bene, ora lo shock: a quella distanza la differenza tra un FHD e un 4k è quasi inesistente. Senza contare che i costi di un televisore 4k che abbia le caratteristiche adatte a farci apprezzare ciò che stiamo riproducendo ha dei costi che ancora (per i comuni mortali) sono alti. Quindi direi che puntare al 4k su una console è, oggi, piuttosto inutile. Senza contare che, solo ultimamente e grazie alle nuove schede video, i giochi fatti girare ad una risoluzione 4k hanno raggiunto i tanto agognati 60fps (e mi riferisco a configurazioni a singola vga).

A queste domande ne segue una, l’ultima: sono dunque del tutto inutili queste nuove console?

Beh, su una cosa direi che le case produttrici hanno fatto centro: l’attuale generazione di console, ovvero PS4 e Xone è evidentemente non in grado di reggere il confronto con i pc di fascia medio alta che attualmente sono in commercio; questa circostanza ha praticamente obbligato Sony e Microsoft a pensare a console più potenti, anche solo per tentare di tenere il passo con la c.d. “PC MASTER RACE”. Quindi ciò che queste nuove macchine devono, per forza, fare è riuscire quantomeno ad avere un frame-rate stabile a 60fps o più, oltre ad una risoluzione FHD con dettagli a schermo tali da rendere anche visivamente gradevole il gioco a schermo.

In conclusione? Le nuove console dovranno quantomeno garantire uno standard di immagine a 1080p, ben più alto di quello attuale e dovranno dimenticare, per ora, il “miraggio” del 4k che, ribadisco, credo sia troppo lontano per le console (per una pura ragione di prezzo). Il tutto sperando sempre che tutta questa tecnologia venga sfruttata da chi sviluppa per darci ciò che più amiamo, i videogiochi.