Hogwarts Legacy è un nuovo titolo incentrato sul Wizarding World nato con Harry Potter e Animali Fantastici; è stato pubblicato il 10 Febbraio 2023 ad opera di Portkey Games e pubblicato da Warner Bros. Entertainment. L’obiettivo del gioco è quello di porsi come esperienza videoludica definitiva di questo universo magico, ma fino a che punto sarà riuscito in questo intento? 

Trama

Hogwarts Legacy si distanzia cronologicamente da tutte le opere legate al Wizarding World collocandosi a più di un secolo di distanza da Harry Potter, e oltre 30 anni dalle avventure di Newt Scamander. Ci troveremo infatti nel 1890 ad impersonare un personaggio (creato da zero da noi) che si ritroverà ammesso alla scuola di Hogwarts ma, a discapito di quanto accade di solito, direttamente al quinto anno! Per aiutarci a recuperare gli anni persi la scuola ci affiancherà un docente, il professor Fig, grazie al quale entreremo in contatto per la prima volta con una qualche forma di magia che a quanto pare solo noi siamo in grado di vedere. La scoperta di questa forma di magia antica ci porterà ad affrontare un prologo assolutamente degno di nota, grazie al quale faremo anche la conoscenza dell’antagonista principale della nostra storia, un goblin di nome Ranrok.

L’intera storia verterà su questa potente magia ed il suo potere, tra una lezione e l’altra scopriremo antichi custodi di questa conoscenza ed a cosa ha portato in passato. Vogliamo cercare di essere i più sintetici possibile su questa parte dato che è davvero molto semplice lasciarsi sfuggire qualcosa. Possiamo comunque assicurarvi sul fatto che l’intera trama principale si dipanerà in maniera davvero molto interessante, con segreti da scoprire sul passato e sul presente! Dal punto di vista narrativo tutto ci sarà fornito in maniera lenta e pacata e non vi nascondiamo che in alcune situazioni avremmo preferito qualche guizzo in più; ciononostante tutto risulterà estremamente godibile (con un occhio di riguardo ai conoscitori di questo mondo magico).

Il buon numero di missioni secondarie di Hogwarts Legacy saprà poi intrattenerci ulteriormente con storie uniche ed esclusive, alcune più approfondite di altre, e alcune più ricche e interessanti di altre. Tra queste spiccano certamente le questline secondarie di tre nostri compagni di classe: Natty (Grifondoro), Poppy (Tassofrasso) e Sebastian (Serpeverde), che, a discapito di quanto falsamente diffuso da alcuni rumors prima dell’uscita del gioco, sono tutte giocabili a prescindere dalla nostra casa di appartenenza. A tal proposito segnaliamo che è invece presente una missione esclusiva per ciascuna casa, mentre è infine assolutamente degna di nota la missione esclusiva per gli utenti PlayStation, al punto che ci sentiremmo di definirla assolutamente immancabile!

hogwarts legacy

Gameplay

Cominciamo a parlarvi di questa parte del gioco facendo una dovuta premessa: dal primo trailer di gameplay di Hogwarts Legacy ciò che ci ha lasciati più dubbiosi sul titolo era certamente il combat system, probabilmente perché un qualcosa di nuovo e apparentemente molto statico (dovendo lanciare magie sul posto). I nostri dubbi sono invece stati fugati già dalle primissime ore di gioco, e andando avanti nella storia le cose non hanno fatto altro che migliorare in maniera pressoché esponenziale. Tutto questo al punto da farci amare questo aspetto del gioco più di ogni altra cosa! Le basi sono effettivamente molto semplici: un incantesimo di base per attaccare, una schivata e una parata utilizzando Protego e cui si può far seguire uno Stupeficium per stordire i nostri avversari.

Seguendo le lezioni del quinto anno o altre missioni, così come completando alcuni incarichi unici che ci offriranno i nostri docenti, sarà poi possibile sbloccare un totale di ventitré incantesimi, dei quali tre utilizzabili solo all’interno della stanza delle necessità (di cui vi parleremo in seguito), e quattro che definiremmo più di “utility”. Questi ultimi sono infatti Reparo (per riparare oggetti o ricomporre percorsi distrutti), Lumos (per vedere nelle aree più buie, risolvere rompicapi o superare alcuni ostacoli), Wingardium Leviosa (per spostare oggetti pesanti.. o farli cadere in testa ai nemici..) ed infine Disillusione (per muoversi furtivamente mimetizzandoci con l’ambiente). A questi vanno poi aggiunti altri incantesimi che non richiedono un’attivazione diretta, ma che hanno funzioni specifiche come i già citati Protego e Stupeficium, oppure Alohomora per aprire serrature chiuse e Petrificus Totalus per incapacitare i nemici ai quali riusciremo ad avvicinarci di soppiatto.

hogwarts legacy

I sedici incantesimi restanti sono invece quelli utilizzabili attivamente in combattimento e sono divisi in quattro grandi categorie: incantesimi di controllo (evidenziati dal colore giallo), incantesimi energici (colore viola), incantesimi di danno (colore rosso) ed infine le maledizioni senza perdono (colore verde). Questo tipo di classificazione è importante per spezzare gli scudi magici che alcuni nemici saranno in grado di attivare, ed in questo caso sarà sufficiente colpirli con la magia di colore corrispondente, per poi utilizzare il resto a nostro piacimento. Fanno eccezione le maledizioni senza perdono essendo in grado di spezzare qualsiasi tipo di scudo e soprattutto essendo dotate del maggior potenziale offensivo (prima tra tutte Avada Kedavra in grado di uccidere chiunque con un sol colpo).

L’utilizzo della magia antica è poi un discorso a parte che però si semplifica nella possibilità di lanciare ai nostri nemici oggetti dello scenario o mettere in atto potenti attacchi che consumano una specifica barra. La parte più interessante del combat system di Hogwarts Legacy risiede però nelle combinazioni che alcune di queste magie sono in grado di offrire, ma anche come queste abbiano vere e proprie interazioni uniche con specifici nemici. Nel primo caso parliamo soprattutto di bonus specifici ai danni in casi particolari, ad esempio usare Glacius per congelare i nemici e renderli più vulnerabili ai danni di altre magie, oppure Descendo che normalmente infligge danni facendo schiantare l’avversario al suolo, ma è capace di infliggerne di più ai nemici sospesi in aria con Levioso o Flipendo e così via. 

Le interazioni con i nemici sono invece ciò che come mai prima d’ora vi farà aprire il codex per leggere le descrizioni dei nostri nemici; qui troveremo infatti dei consigli utilissimi per usare specifiche magie in specifiche circostanze di combattimento per infliggere danni ingenti o addirittura eliminare un nemico in un sol colpo. Purtroppo però non tutto sarà scritto, per cui sperimentare e fare un po’ di pratica con alcune combinazioni di incantesimi porterà a risultati decisamente eccellenti. Per fare un rapido esempio i Dugbog (creature anfibie molto resistenti) quando spalancano le fauci per attaccare sono vulnerabili a Levioso, grazie al quale potremo sospenderli per aria (cosa altrimenti impossibile per loro), e tutto ciò è riportato nella nostra guida; quello che però non ci viene detto, ad esempio, è che colpendo un Dugbog sospeso in questo modo con l’incantesimo di taglio Diffindo ci permetterà di eliminarlo in un sol colpo.

Di contorno a tutto Hogwarts Legacy propone un sistema in stile RPG per la gestione del nostro equipaggiamento, con sei capi di vestiario per personalizzare l’estetica del nostro personaggio e attributi di attacco e difesa per ciascuno (potenziabili dopo un certo punto del gioco), così come slot per mod in grado di aggiungere bonus passivi come danni ridotti da specifici nemici, danni aumentati per alcune magie e così via. Il potenziale di questi oggetti sarà legato al livello (che salirà di pari passo con quello del nostro personaggio) e alla rarità (dal bianco/comune all’arancione/leggendario). Potremo ottenere XP per far salire il nostro personaggio soltanto in un modo, ovvero completando le Sfide della nostra guida pratica; questo significa che azioni come combattimenti o raccolta di collezionabili non ci forniranno punti esperienza in maniera infinita, ma solo finché non avremo completato la relativa sfida.

Per spiegare meglio questo sistema avremo, ad esempio, tra le sfide di combattimento il compito di sconfiggere maghi oscuri, quindi otterremo XP ogni volta che sconfiggeremo un mago oscuro. Quando però questa specifica sfida sarà completata non otterremo più punti dai combattimenti con questo tipo di nemico è dovremo quindi dedicarci ad un’altra sfida per salire di livello. Di conseguenza per raggiungere il livello 40 del personaggio (livello massimo) dovremo completare le sfide al 100%. Ogni livello dopo il 5 ci farà ottenere un punto talento, da investire (dopo uno specifico momento della storia) per sbloccare nuovi talenti per il nostro personaggio. Molti di questi sono potenziamenti per i vari incantesimi per renderli più potenti o efficaci, oppure ancora migliorare le capacità di furtività, gli effetti delle pozioni o “piante da combattimento”, nuovi slot rapidi in cui inserire incantesimi e così via.

L’ultima componente del gameplay di Hogwarts Legacy è tutto ciò che concerne alla Stanza delle Necessità, un luogo molto importante per diversi studenti ad Hogwarts che scopriremo grazie alla nostra professoressa Weasley. La stanza, personalizzabile in ogni sua parte, ci fornirà, come il nome suggerisce, tutto quello che potrà servirci e sarà infatti il luogo dove potremo coltivare piante, creare pozioni, migliorare il nostro equipaggiamento e non solo. Da un certo punto della storia, sarà anche possibile contenere alcune creature che potremo salvare e qui tenerle al sicuro e allevarle per ricavare materiali di crafting. Per tutto questo avremo a disposizione un ulteriore set di tre oggetti, uno per sfamarle, uno per coccolarle e soprattutto la borsa in stile Scamander da utilizzare per la loro cattura.

hogwarts legacy

Longevità 

Hogwarts Legacy ha una durata complessiva assolutamente di tutto rispetto, con un totale di circa 14 ore per completare la sola campagna principale e,  come nel nostro caso, un totale di circa 38-40 ore per completare tutto al 100%. In tutto questo ovviamente una parte importante del titolo è occupata dall’esplorazione che non si limiterà soltanto al vasto castello di Hogwarts, ricco di stanze, forzieri di bottino, segreti e oggetti collezionabili, ma anche alla celebre città di Hogsmeade e soprattutto ai vasti territori della regione (Borghi inclusi). Il mondo di gioco sarà ricco di oggetti da raccogliere, accampamenti di nemici da sconfiggere, tane di creature, sfide da completare (tra le Prove di Merlino e i tavoli astronomici) e così via. Data l’enorme estensione della mappa sarà quindi immancabile una scopa per viaggiare o in alternativa delle cavalcature volanti.

hogwarts legacy

Comparto Tecnico

Complessivamente Hogwarts Legacy si pone su livelli qualitativi decisamente eccellenti, con una grafica assolutamente degna della “attuale nuova generazione” anche se non priva di qualche piccolo difetto. Ottimi ad esempio i modelli dei personaggi, ma non sempre le animazioni (anche se è una cosa abbastanza tipica dei grandi RPG), eccellente anche la grafica nel suo insieme ma da segnalare alcuni cali di framerate in determinate circostanze o a causa di specifiche aree (che purtroppo in alcuni rari casi il gioco si porta dietro al punto da richiedere un riavvio, fortunatamente risolutivo). Questo per quanto riguarda la modalità Performance a 60fps, mentre le altre (Fidelity e RTX) risultano essere meno stabili o comunque con framerate a nostro avviso non adatto ad un gioco di questo tipo.

Comunque assolutamente degno di nota il livello di dettaglio artistico e scenico che permea ogni centimetro della scuola, e di Hogsmeade, con un gran numero di richiami visivi che chi ha avuto modo di vedere i film della serie di Harry Potter saprà riconoscere all’istante. Questo si estende poi anche a tutte le aree esterne con una grandissima varietà nelle ambientazioni, passando da pianure incontaminate a foreste (prima tra tutte la Foresta Proibita) e scogliere dall’inconfondibile stile britannico. Allo stesso modo le pagine della guida magica ci permetteranno di conoscere e scoprire tanti luoghi e punti di interesse legati a questo stupendo mondo, ed i piccoli riferimenti extra per i fan della serie saranno un valore aggiunto ben più che apprezzato.

Un po’ altalenante il doppiaggio in lingua italiana con un livello complessivo ottimo ma che in alcuni casi potrebbe risultare eccessivamente forzato, specialmente nel caso dei personaggi che si vuole far risultare più eccentrici. In ogni caso non si tratta di un problema che inficia particolarmente sull’esperienza di gioco e si può tranquillamente soprassedere. Qualche piccolo problema invece nel caso di bug, anche se fortunatamente non si tratta di niente in grado di incidere pesantemente sull’esperienza di gioco o sulla partita ma al più qualche gag divertente messa in atto dagli NPC.

hogwarts legacy

Nel complesso

Warner Bros. Games e Avalanche Software hanno presentato il trailer di lancio con il gameplay di Hogwarts Legacy, il gioco action RPG che arriverà il 10 febbraio 2023 per PlayStation 5, Xbox Series X|S e PC. In questo incredibile nuovo trailer, i fan vengono accolti nella Scuola di Magia e Stregoneria di Hogwarts, dove diventeranno parte della magia e vivranno i loro sogni di studenti.

Hogwarts

Hogwarts Legacy invita i giocatori a tuffarsi in un viaggio epico nei panni di uno studente o una studentessa del quinto anno di Hogwarts che ha la rara abilità di attingere a un’antica, potente magia. Con l’aiuto della Guida pratica alla magia e dell’istruzione impagabile ricevuta da professori e altri personaggi, i fan scopriranno una trama avvincente piena di misteri e sfide mozzafiato. Affrontando gravi pericoli, difenderanno Hogwarts da nemici letali e scopriranno i segreti del passato dimenticato del mondo magico.

Ecco qui di seguito il nuovo trailer:

Sviluppato da Avalanche Software e pubblicato da Warner Bros. Games sotto l’etichetta Portkey Games, Hogwarts Legacy è un gioco di ruolo immersivo d’azione open world ambientato nel mondo magico del 1800. I giocatori iniziano il loro quinto anno di scuola e partono per un viaggio che li porterà a esplorare ambientazioni nuove e familiari, scoprire animali magici, preparare pozioni, imparare incantesimi, sviluppare i propri talenti e rendere unico il proprio personaggio per diventare il mago o la strega dei loro sogni. 

Il lancio mondiale di Hogwarts Legacy per PlayStation 5, Xbox Series X|S e PC è previsto per il 10 febbraio 2023, mentre il gioco arriverà successivamente anche su PlayStation 4 e Xbox One il 4 aprile e su Nintendo Switch il 25 luglio.

Warner Bros. Games ha pubblicato il primo video ufficiale del gameplay di Hogwarts Legacy, il gioco di ruolo d’azione open world ambientato nel mondo magico del 1800 e sviluppato da Avalanche Software. Il video offre uno sguardo approfondito sulle meccaniche di gioco, tra cui la creazione del personaggio, e mostra l’ampia varietà di incantesimi, avventure, missioni, luoghi e personaggi che i giocatori incontreranno come studenti di Hogwarts. Oggi è stato anche rivelato un video con i commenti delle menti creative dietro le quinte della realizzazione del gioco. 

Hogwarts Legacy è pervaso da una coinvolgente magia che pone i giocatori al centro della loro avventura. Nei panni di uno studente del quinto anno con la rara capacità di dominare un’antica e potente magia, i giocatori vivranno storie inedite e potranno imbarcarsi in un viaggio pericoloso alla scoperta di una verità nascosta del mondo magico. Nel corso dell’avventura svilupperanno le abilità del proprio personaggio imparando a padroneggiare potenti incantesimi, preparando pozioni e raccogliendo piante magiche mentre affrontano nemici letali. Lungo il percorso, conosceranno nuovi amici che potranno accompagnarli, interagiranno con i professori della scuola e sfideranno minacce che potrebbero mettere a repentaglio il futuro delle persone con abilità magiche. 

Hogwarts legacy gameplay

L’uscita di Hogwarts Legacy è prevista per l’inverno del 2022 e questo nuovo video di gameplay non poteva renderci più entusiasti. Il gioco sarà pubblicato da Warner Bros. Games attraverso l’etichetta Portkey Games. Il gioco sarà disponibile per le console PlayStation 5, PlayStation 4, Xbox Series X|S e Xbox One, per Nintendo Switch e PC.

Jam City, casa di produzione di giochi per mobile, in collaborazione con Warner Bros., ha diffuso nuovi dettagli su Harry Potter: Hogwarts Mystery, tra cui il primo trailer promozionale del gioco.

Harry Potter: Hogwarts Mystery è il primo gioco in cui i giocatori potranno creare il proprio personaggio e vivere l’esperienza di essere uno studente di Hogwarts. Sarà infatti possibile creare un avatar personalizzato dello studente, frequentare le lezioni, apprendere le abilità della magia, creare amicizie o rivalità con altri studenti, e prendere decisioni chiave che influenzeranno lo svolgimento della storia del loro personaggio. Il gioco sarà lanciato da Portkey Games della Warner Bros. Interactive Entertainment, un’etichetta dedicata alla creazione di esperienze di gioco ispirate dalla magia e dalle avventure del magico mondo creato da J.K. Rowling.

Prima del lancio, previsto per questa primavera, il titolo verrà presentato agli appassionati nel prossimo evento A Celebration of Harry Potter che si svolgerà presso gli Universal Studios in Orlando, Florida, dal 26 al 28 gennaio. In questa occasione, i partecipanti potranno finalmente dare un’occhiata al gioco in due panel ospitati dal team di Jam City.

Harry Potter: Hogwarts Mystery è un gioco di ruolo su magia, amicizia, e sulla vita da studente nella Scuola di Magia e Stregoneria di Hogwarts,” ha dichiarato Chris DeWolfe, co-fondatore e Amministratore Delegato di Jam City. “Siamo impazienti di permettere agli appassionati di dare un primo sguardo al gioco in occasione dell’evento A Celebration of Harry Potter, e questa primavera, i giocatori potranno esplorare completamente Hogwarts nel percorso che li porterà a diventare maghi.”

Il gioco sarà ambientato nel periodo che intercorre tra la nascita di Harry Potter e la sua iscrizione a Hogwarts, quando Ninfadora Tonks e Bill Weasley erano studenti. Il sistema di personalizzazione degli avatar consentirà di aggiornare costantemente il proprio avatar in modo da poter acquisire nuove capacità e abilità da mago, e sarà anche possibile scegliere il proprio animale preferito. Si entrerà a far parte di una delle quattro Case prima di poter avanzare negli anni a Hogwarts, partecipando alle lezioni di magia e ad attività quali Pozioni e Trasfigurazioni. Il miglioramento delle proprie capacità sarà utile per risolvere misteri e per poter affrontare le avventure proposte. Quando i giocatori miglioreranno le proprie capacità, sbloccheranno nuove località, nuovi incantesimi e altri poteri magici.

Harry Potter: Hogwarts Mystery presenterà sia trame di ampio respiro che storie più brevi. Il gioco presenterà un nuovo sistema di incontri in cui le decisioni dei giocatori, sia nelle azioni che nella narrazione, si rifletteranno anche nelle loro ricerche e nei modi in cui gli altri personaggi li vedranno ed interagiranno con loro. Queste possibilità di scelta consentiranno agli appassionati di Harry Potter di creare il personaggio di partenza del mago o della maga che desiderano diventare.

Harry Potter: Hogwarts Mystery è concesso in licenza da Warner Bros. Interactive Entertainment, sviluppato da Jam City e questa primavera sarà distribuito per i dispositivi mobili da Portkey Games, la nuova etichetta delle esperienze di gioco ispirate alla magia e alle avventure del mondo magico di J.K. Rowling. Il titolo sarà disponibile nell’App Store, in Google Play, e nell’Appstore di Amazon. Per avere maggiori informazioni su Harry Potter: Hogwarts Mystery, e per connettersi con altri appassionati di Harry Potter in attesa del vostro gufo visitate www.facebook.com/HPHogwartsMystery/www.twitter.com/HogwartsMystery, inoltre, per ulteriori informazioni visitate www.HarryPotterHogwartsMystery.com/.

Il trailer di lancio è invece disponibile qui.