Astro Bot ritorna in un esclusivo gioco completo sviluppato per PlayStation 4 ed in particolare per VR.

Quelli che possiedono o hanno posseduto un VR di Sony certamente avranno avuto modo di provare il relativo “disco demo”. Questo, tra i vari giochi presenti, presentava un minigioco platform ispirato alla vecchia “Playroom”, una delle prime funzionalità introdotte con la telecamera per PS4. Sony ha così deciso di riprendere questa idea e di costituirne un vero e proprio titolo platform a sè affidato al Team Asobi di Japan Studio, intitolato Astro Bot Rescue Mission.

In breve ci ritroveremo nei panni di un grande robot, attraverso il quale potremo controllare il vero protagonista del gioco, ovvero Astro Bot. A seguito di un attacco alieno i suoi compagni sono andati dispersi e la sua navicella fatta a pezzi; per questo motivo dovremo utilizzare il protagonista viaggiando nei cinque mondi presenti per recuperare gli altri piccoli robot presenti nei diversi livelli, così come le parti della navicella ottenibili da uno dei cinque boss presenti; ma il gioco non finisce affatto qui, poiché avremo numerosi contenuti aggiuntivi che analizzeremo di seguito.

Il gioco si presenta come un classico titolo platform, ma caratterizzato dalla possibilità di sfruttare il Visore in ogni dimensione. Così ci ritroveremo a controllare Astro Bot servendoci del controller, al contempo analizzare e controllare l’ambiente circostante alla ricerca di altri piccoli robot da salvare muovendoci tridimensionalmente (difatti questo sarà l’unico modo che avremo per poter muovere la visuale) e distruggere ostacoli a testate (nel vero senso della parola!). In questo modo la fantastica integrazione tra VR e DualShock PS4 consentirà numerose possibilità di movimento per noi, ma anche per il nostro piccolo aiutante robotico, grazie anche a particolari gadget.

In aggiunta alle 25 sezioni di gioco presenti avremo anche alcuni livelli sfida sbloccabili dopo aver sconfitto un boss o dopo aver trovato dei particolari “camaleonti sfida” che si troveranno ben nascosti in alcune di queste mappe. Questi livelli extra, oltre che aumentare le ore di gioco a disposizione e la varietà, innalzando il livello di sfida riescono anche a dare quel tocco di difficoltà in più che in molti sapranno apprezzare. Da questi livelli sarà anche possibile ottenere alcuni robot unici argentati e dorati. Infine sarà anche possibile accedere alla navicella per visualizzare tutta la collezione di robot in nostro possesso, farli giocare tra loro ed avere anche accesso ad un minigioco per ottenere alcuni collezionabili con il classico “artiglio” da macchinette da sala gioco.

Questo titolo dall’ottimo level design è accompagnato da una grafica ed un comparto sonoro di ottimo livello (in particolare abbiamo una grafica che nel complesso risulta essere tra le migliori viste fino ad oggi su PS VR) e da livelli molto variegati e particolarmente ispirati, così come delle boss fight divertenti ed uniche, in particolare nei livelli sfida. Inoltre dovrete necessariamente ingegnarvi per riuscire a reperire tutti i piccoli robot dai diversi livelli così da non lasciarne neanche uno indietro e spesso e volentieri vi ritroverete con un sorriso stampato in volto, per un motivo o per un altro!