Warhammer Vermintide II si propone come sequel del precedente titolo di Fatshark, ereditando dal titolo tante delizie e alcune pesanti croci.

Il Topo o il Guerriero per me lo stesso son.

Il titolo non cambia nella forma essenziale, torneremo infatti a controllare i nostri cinque eroi di Ubersreik, catturati dalle orde nemiche, ma sempre combattivi e pronti a farsi strada fra il sangue degli Skaven. La minaccia però è raddoppiata, insieme ai celebri ratti pestilenziali troveremo infatti le orde barbariche e sconvolgenti dei guerrieri del Caos, rimpolpate da demoni e bestioni corazzati.

Oltre all’aggiunta di nuovi nemici Vermintide si rinnova anche nel comparto di utilizzo, se da una parte abbiamo davanti la classica impostazione “four vs the world” di squisita estrazione “Left 4 Deadiana”, l’introduzione di un nuovo sistema di crescita dei personaggi rende il tutto più interessante. Ciascuno dei nostri eroi avrà infatti la possibilità di cambiare specializzazione con il crescere di livello.

Per fare un esempio Markus Kruber inizierà come mercenario, ma avanzando avremo possibilità di diventare un Cacciatore oppure un Cavaliere a Piedi, cambiando equipaggiamento, abilità e perk. In particolare avremo la possibilità di utilizzare sempre nuove armi ed equipaggiamento grazie a forzieri di fine missione o ricompense giornaliere. Queste armi potranno poi essere migliorate e modificate presso l’apposita forgia situata nell’hub centrale.

Non c’è tempo di ammirare il panorama!!

Il motogre grafico del gioco ci mette di fronte e a interessanti e piacevoli mappe, radicalmente differenti fra loro e piene di scorci effettivamente notevli. Da delle piantagioni aperte e soleggiate fino a un picco inevato, le tredici mappe non ci sancheranno e porteranno costantemente un senso di novità ed esplorazione, Introducendo anche una verticalità nuova e intelligentemente usata. L’interattività è ridotta all’osso, tuttavia il sistema di messa in gioco delle orde nemiche è casuale e permette una discreta incognita ad ogni partita.

Graficamente il titolo convince abbastanza, con qualche grosso inciampo specialmente nei render dell’acqua, del fuoco e alcune texture oggettivamente bruttine. Interessanti invece le animazioni di combattimento e le reazioni alle mutilazioni dei nemici.

I combattimenti risultano soddisfacenti se presi in uno contro uno, mentre affrontando le caratteristiche orde risulterà scivoloso e non particolarmente accurato. Buono il combattimento a distanza. Il sistema di loot abbandona i vecchi e scarsamente piacevoli dadi e ci permette e ci permette di ottenere casse premio contenenti armi e oggetti per il nostro personaggio, che si arricchiranno di contenuti con il completamento di alcuni bonus in partita.

Il gioco online è obbligatorio, un party di quattro giocatori rende sicuramente più divertente le dinamiche del titolo, tuttavia non è sempre facile ottenere i tre compagni che si lanceranno con noi all’avventura, con tempi di attesa piuttosto lunghi. Comunque grazie al coinvolgimento del gioco in gruppo, alle numerose missioni presenti, la loro varietà ed il sistema di crescita dei personaggi il divertimento è decisamente assicurato!

In conclusione

Vermintide II cerca di riscattare e migliorare il nome del titolo, e ci riesce anche piuttosto bene. Un gameplay divertente e frenetico, unito a interessanti sistemi di sviluppo dei personaggi e piacevoli rivoluzioni nelle mappe e la loro giocabilità ne fanno un titolo godibile e piacevole. Peccato per alcuni scivoloni stilistici nel comparto grafico e nelle animazioni, scivoloni tuttavia accetabili se si osserva il titolo nella sua interezza e nella sua vera natura, quella di un gioco sviluppato con in mente una sola cosa: spacca il ratto!!!

Rockstar ha finalmente dato alla luce Red Dead Redemption 2, secondo capitolo della serie nonostante in realtà si tratti di un prequel; dopo aver avuto modo di provarlo approfonditamente ecco la nostra recensione per questa immensa opera.

Red Dead Redemption 2 è un ambizioso progetto nato dalla collaborazione di tutti gli studi Rockstar del mondo, i quali hanno impiegato anima e corpo per riuscire a creare una delle opere più vaste (se non addirittura la più grande) pubblicate fino ad oggi. Per fare qualche esempio ecco alcuni dati:

  • Circa mezzo milione di linee di dialoghi (più del doppio di GTAV)
  • Dieci volte le animazioni personalizzate presenti in GTAV
  • 300.000 animazioni singole
  • Oltre 1.000 attività da scoprire e in cui cimentarsi
  • Oltre 1.000 performance di attori in gioco

Essendo inoltre il primo gioco sviluppato da Rockstar totalmente da zero per la nuova generazione di console, gli sviluppatori hanno avuto modo di curare nei minimi dettagli numerosi aspetti che andremo a descrivere meglio nel corso di questa recensione.

Trama

Red Dead Redemption 2 è ambientato 12 anni prima delle vicende narrate nel primo capitolo; appena prima dell’inizio del XX secolo ci ritroveremo nell’America del 1899 nei panni di Arthur Morgan, membro della famosa (per chi ha avuto modo di giocare il primo capitolo) banda di Dutch Van Der Linde. A seguito di un colpo andato male l’intera banda si trova a dover fuggire nelle fredde terre del nord, poiché ormai braccati dai federali. Ed è qui che avrà inizio la nostra avventura; in un primo capitolo incentrato specialmente ad introdurre il giocatore alle meccaniche di base del titolo.

Alla continua ricerca di un luogo sicuro la banda dovrà spostarsi tra diversi accampamenti situati nelle diverse regioni del gioco, andando di pari passo con l’avanzamento della trama principale. Durante questa avventura ci ritroveremo ad incontrare una quantità impressionante di personaggi, ritroveremo alcuni piccoli riferimenti al primo capitolo della serie (questo sarà sostanzialmente l’unico elemento che chi non ha giocato al primo Red Dead Redemption si perderà). Avremo inoltre modo di affrontare sparatorie in perfetto stile Western, duelli all’ultimo sangue ed inseguimenti e sessioni più o meno lunghe a cavallo nelle quali avremo modo di conversare con i nostri compagni e scoprire qualche piccola nota in più sul loro conto.

La trama risulterà essere nel complesso estremamente intrigante e coinvolgente, complice anche il fatto che grazie alle numerose missioni ed attività che dovrete o potrete svolgere con i membri della banda finirete per affezionarvi a ciascuno di essi. Tutto questo grazie anche al fatto che ogni personaggio sarà caratterizzato in maniera minuziosa e dotato di tante interessanti sfaccettature, compreso il nostro protagonista. In questo contesto vi ritroverete quindi ad affrontare una vera e propria odissea arricchita da una stupenda narrazione, colpi di scena e punti salienti in grado di farvi restare sempre con il fiato sospeso nell’attesa di scoprire cosa accadrà in seguito, fino al raggiungimento di uno dei quattro finali presenti.

Gameplay 

Così come la trama principale, anche il gameplay di Red Dead Redemption 2 risulta essere estremamente profondo e curato in ogni minimo particolare per riuscire a creare un contesto ed un’atmosfera all’insegna del puro realismo. Difatti le scelte di gameplay che gli sviluppatori hanno preso sono state fatte mantenendo sempre al primo posto l’obiettivo di dare al giocatore un’esperienza realistica e conforme a quella del periodo storico rappresentato in questo titolo. 

Non è da nascondere, però, che ovviamente alcune di queste scelte per alcuni possono purtroppo andare ad incidere negativamente sull’esperienza di gioco complessiva, specialmente per i giocatori abituati a titoli più “arcade”; ciononostante vogliamo rassicurarvi sul fatto che si tratta solamente di alcuni piccoli aspetti sui quali dopo qualche ora di gioco riuscirete a soprassedere senza problemi grazie alla bellezza ed alla cura di tutto ciò che vi è intorno.

Fatta questa necessaria precisazione iniziale partiamo con il parlare del punto nevralgico di tutte le nostre attività (e quelle del resto della banda), ovvero l’accampamento. Qui avremo la possibilità di iniziare missioni primarie, secondarie ed eventi di caccia e pesca, oltre che ricevere in alcune situazioni consigli ed informazioni utili per dare inizio ad alcune rapine. Dall’accampamento potremo inoltre rifornirci di munizioni, cibo e medicinali, oltre che riposare, cambiarci d’abito e curare il nostro aspetto.

Le provviste non saranno però illimitate, per questo motivo sarà necessario fare rifornimento di tanto in tanto mandando qualcuno in città a fare compere utilizzando il “libro contabile” oppure rimpinguare le scorte di cibo direttamente con la selvaggina che avremo modo di cacciare. Attraverso il libro contabile potremo inoltre acquistare diverse migliorie per l’accampamento, la più importante delle quali è probabilmente il “viaggio rapido” grazie al quale potremo spostarci dall’accampamento a qualunque città già conosciuta. Il denaro utilizzato per queste migliorie e per le provviste deriverà da una cassetta nella quale tutti potranno contribuire secondo possibilità, noi compresi.

In Red Dead Redemption 2 il nostro personaggio potrà portare con se al massimo due pistole e due armi a due mani suddivise in fucili a canna liscia, a canna rigata, a ripetizione ed un arco. Tutte in caso di utilizzo prolungato si deterioreranno e sarà quindi necessario effettuare una manutenzione per evitare che le loro statistiche diventino troppo basse e che si inceppino. Sarà possibile scambiare il nostro equipaggiamento dalla sella del cavallo, dove saranno conservate tutte le armi in nostro possesso, oltre che eventualmente copricapi e capi di vestiario per rispondere ai diversi tipi di clima con cui avremo a che fare.

Oltre alla gestione delle armi citata poc’anzi sarà anche essenziale la gestione del nostro cavallo e quella del nostro personaggio. Difatti Arthur presenterà tre icone che rappresenteranno la salute, la stamina e la barra del Dead Eye (abilità per puntare rapidamente più nemici da colpire in rapida successione); queste saranno composte da una barra esterna ed una interna, quella esterna rappresenterà il loro valore corrente, mentre quella interna indicherà quanto velocemente si andrà a ricaricare automaticamente quella esterna. 

Mangiare, bere, fumare, riposarsi ed indossare abiti adatti al clima sarà essenziale per mantenere a livelli sempre alti la barra interna di ciascuna statistica (senza però esagerare, poiché altrimenti potremmo diventare ad esempio sovrappeso). Il livello massimo di ciascuna statistica, e della rispettiva barra esterna, potrà poi essere incrementato consumando alcuni oggetti unici o svolgendo determinate attività, come scazzottate e pesca per la salute, corsa rapida per la stamina e colpi in testa per il Dead Eye. Inoltre, nonostante il nostro protagonista sia effettivamente un fuorilegge, sarà presente una barra che rappresenterà il nostro “onore” e che potrà aumentare o diminuire in base alle azioni da noi compiute ed alle scelte morali che ci troveremo ad affrontare.

Anche la nostra cavalcatura presenterà una barra della salute ed una della stamina dal funzionamento sovrapponibile a quello del nostro protagonista. Per questo motivo dovremo continuamente nutrirla e mantenerla pulita spazzolandola. Inoltre sarà presente un grado di affinità con il cavallo suddiviso in quattro livelli, ciascuno dei quali farà guadagnare alcune capacità, oltre che migliorare la salute e la stamina massima e la distanza massima alla quale risponderà alla nostra chiamata. Infatti potremo richiamarlo solamente se ci troveremo nel suo “raggio d’azione”, potrete dunque dimenticarvi di cavalli che compaiono dal nulla al nostro richiamo, la sua posizione sarà sempre conservata all’interno del gioco!

Come abbiamo già avuto modo di citare, un elemento fondamentale in Red Dead Redemption 2 è proprio la caccia e la pesca. Grazie a queste potremo non solo rifornire di provviste il nostro accampamento, ma anche la nostra bisaccia con alimenti estremamente efficaci e nutrienti (previa cottura ad un fuoco da campo). Inoltre grazie ai proventi della caccia, ed in particolare le pelli, sarà possibile migliorare la capacità delle nostre borse ed ottenere alcune migliorie per l’accampamento. Da citare anche la possibilità di cacciare e pescare animali “leggendari” che, nel caso della caccia, potrà ricompensarci con capi d’abbigliamento unici.

Tutto questo sarà racchiuso all’interno di una mappa di gioco davvero molto vasta e caratterizzata da diversi biomi, passando da zone innevate ad aree palustri o desertiche. Il mondo di gioco è vasto al punto da rendere spesso noioso il dover spostarsi spesso da un punto ad un altro per compiere un determinato obiettivo; per questo motivo gli sviluppatori hanno deciso di risolvere in tre modi: innanzitutto è possibile attivare la visuale dinamica per attivare la “guida automatica” del cavallo, il quale raggiungerà così, seguendo la strada, una meta da noi contrassegnata o un obiettivo di missione. 

Il secondo modo per “rompere la noia” è la presenza di numerosi eventi che incontreremo casualmente ed interagendovi potremo modificare il nostro onore ed in alcuni casi ottenere ricompense inaspettate, anche dopo tempo… Infine tutta la mappa di gioco è stata arricchita da tesori nascosti, punti di interesse con oggetti ed armi uniche e tantissimi Easter Egg per la gioia dei più accaniti esploratori o per chi vuole semplicemente farsi una risata o affrontare una piccola missione aggiuntiva.

Longevità 

La durata complessiva di Red Dead Redemption 2 è davvero impressionante, difatti, senza considerare la mole di contenuti ed attività secondarie la sola campagna principale può durare anche più di 50 ore. Dedicarsi poi a tutte le altre missioni ed attività potrà assicurare tranquillamente una durata superiore alle 60-70 ore di gioco. Da evidenziare inoltre che tutte le missioni secondarie, comprese le semplici missioni da cacciatore di taglie, sono estremamente ben diversificate ed offrono  sempre un buon grado di intrattenimento e, perché no, magari anche strapparvi qualche sorriso. Infine bisogna tenere in considerazione che gli sviluppatori hanno deciso di rimandare di circa un mese l’uscita della modalità online, della quale attualmente si sa poco e niente e che, ovviamente, promette di espandere ancora più una longevità già di per se ottima.

Comparto Tecnico

Dal punto di vista della grafica e del sonoro c’è davvero poco da dire, Red Dead Redemption 2 è da considerarsi all’avanguardia in entrambi i campi. Abbiamo infatti una grafica davvero impressionante, probabilmente vicina al limite massimo di questa generazione, con un livello di dettaglio, di texture, di illuminazione strepitosi, oltre che una fisica estremamente realistica (a volte fin troppo!); comparto sonoro con musiche fantastiche ed un ottimo doppiaggio in lingua originale in grado di mettere in risalto la personalità di ogni singolo personaggio.

Il tutto corredato da un framerate in genere abbastanza stabile sui 30 fps su PS4, tranne che in alcuni centri abitati. In un universo così ricco e vasto non possono mancare alcuni bug, molti dei quali (anche se non tutti) difficilmente potranno inficiare negativamente sull’esperienza di gioco. Parliamo in particolare di due casi in cui abbiamo “fallito” una missione senza reale motivo ed al più qualche piccolo deficit nell’IA.

Bungie decide di rilanciare Destiny 2 con una nuova maxi espansione intitolata I Rinnegati, che introduce una nuova campagna e tanti nuovi contenuti!

Sin dalla sua uscita Destiny 2 ha promesso due grandi espansioni di cui abbiamo già avuto modo di parlarvi approfonditamente (link recensione): La maledizione di Osiride e La mente Bellica (così come del gioco principale). Bungie ha in seguito annunciato un ulteriore anno di supporto per questo suo titolo; supporto attivo che avuto inizio con l’espansione principale intitolata: I Rinnegati.

Questo DLC ci riporterà all’Atollo, dimora degli insonni, e più precisamente, nella sua fase iniziale, alla prigione degli anziani. Qui saremo richiamati da Petra Venj per sventare un incidente con la conseguente apertura delle celle di contenimento dei più pericolosi criminali della galassia. Ben presto però scopriremo che in realtà si tratta di una vera e propria evasione organizzata da Uldren Sov, fratello della regina Mara Sov, assieme alla sua squadra scelta di baroni caduti.

Scopriremo, inoltre, che non si tratterà di semplici caduti, ma di una vera e propria nuova fazione con (e consentiteci un sonoro “finalmente!”) una nuova tipologia di nemici da affrontare conosciuta come “Gli Infami”. Questi presenteranno meccaniche di gioco, abilità e punti deboli unici ed a loro dedicati, così da aggiungere quel pizzico di varietà in più che in un gioco del genere non guasta mai. Fatta questa piccola ma dovuta divagazione, durante l’evasione questa squadra di fuga preparata ad ogni evenienza riuscirà ad infliggere un duro colpo all’avanguardia; difatti Uldren Sov (come si intuisce facilmente dal trailer principale) ucciderà il famoso Cayde-6, personaggio che non necessita di presentazioni.

In questo modo avrà inizio la nostra personale (e fidatevi, sarà davvero molto personale) missione di vendetta contro Uldren e tutti i suoi baroni; questo viaggio ci porterà sull’atollo, il quale offrirà una nuova mappa esplorabile e ricca di particolarità: “La Riva Contorta”, ed un paio di eventi unici dedicati. Qui faremo nuove conoscenze, grazie alle quali riusciremo a rintracciare tutti gli otto baroni (attraverso missioni libere e non lineari), per poi passare al vero assassino di Cayde. Per quanto la trama possa essere semplice e scontata risulterà comunque essere godibile, merito anche della narrazione di buon livello che ha da sempre accompagnato questo titolo; il tutto per un totale di circa 4 ore di gioco per la campagna principale.

Le novità introdotte in I Rinnegati, inoltre, non si limitano semplicemente ad una nuova mappa e nuove tipologie di nemici; difatti troveremo anche una nuova tipologia di arma da utilizzare per sterminare i nostri nemici, un level cap aumentato da 30 a 50, un nuovo ramo delle abilità per ciascuna sottoclasse, nuovi contenuti end game una volta completata la campagna principale (per i quali ci teniamo a non fare alcun tipo di spoiler, sappiate solamente che si tratta di qualcosa di più vasto di quanto possiate pensare), ed una nuova modalità competitiva chiamata “Azzardo”.

Quest’ultima sostanzialmente risulta essere una fusione tra PvE e PvP con due team da quattro giocatori che si fronteggiano su varie mappe, ma le due squadre si troveranno in mappe diverse. Obiettivo del gioco è quello di eliminare quanti più nemici (che si tratti di cabal, caduti o altro) possibile, i quali lasceranno cadere delle particelle di luce che i giocatori dovranno raccogliere e, possibilmente, accumulare per poi depositarle in banca. In base a quante di queste sfere un giocatore avrà accumulato saranno evocati dei miniboss da sconfiggere per poter riaccedere nuovamente alla banca.

Depositare le particelle farà caricare una barra presente in alto, quando questa sarà stata riempita si potrà passare a sconfiggere il vero e proprio boss della missione (chiamato primordiale), la squadra che riuscirà ad eliminare per prima questo boss ne uscirà vincitrice. Sarà anche possibile venire a contatto con la squadra avversaria passando attraverso dei portali, in questo modo si potranno rubare loro le particelle o, in caso di presenza del primordiale, ogni uccisione del giocatore attaccante farà ricaricare la salute del boss. Si tratta dunque di una modalità innovativa per questo titolo e decisamente divertente da giocare.

Si tratta, dunque, di un’espansione molto corposa e ricca in contenuti, decisamente superiore alle due precedenti uscite dal lancio. Se amate Destiny 2 certamente non potrete farvi scappare questo nuovo pack di contenuti che promette di espandersi ancora di più nel corso di questo e del prossimo anno.

Un nuovo ricco mese è in arrivo per gli utenti iscritti al PlayStation Plus, con due titoli tripla A estremamente validi.

Dopo un Agosto ricco di titoli di spessore, Sony ha deciso di non abbassare il tiro, è infatti in arrivo un nuovo mese con grandi titoli disponibili gratuitamente. Come di consueto troviamo due titoli “maggiori” ed altri “secondari”; tra i primi ritroviamo Destiny 2 e God of War III Remastered.

In occasione dell’uscita ormai prossima della nuova maxi espansione, Bungie ha deciso di offrire il suo nuovo capolavoro ai membri PS Plus. Abbiamo già avuto modo di parlare di Destiny 2 nella nostra recensione completa e delle due espansioni rilasciate fino ad oggi (“La Maledizione di Osiride” e ”La Mente Bellica”), e vi consigliamo di leggerle per ulteriori approfondimenti. In linea generale ci ritroveremo nei panni di un “Guardiano” con lo scopo di proteggere il Viaggiatore da una nuova minaccia Cabal all’interno di un universo ricco di contenuti e di attività.

In God of War III Remastered ci ritroveremo nei panni del potente Kratos, nel tentativo di trovare vendetta contro l’Olimpo, ed in particolare contro Zeus e lontani dalle gelide terre di Midgard. Nella fase finale del suo scontro ci ritroveremo ad assediare il Monte Olimpo, aiutati dai Titani, per sterminare tutte le divinità sopravvissute ai precedenti capitoli. In aggiunta a questi titoli ritroviamo dal precedente mese due titoli dedicati al PlayStation VR ed al sistema Playlink: Here They Lie e Sapere è Potere.

Riassumendo, i titoli offerti gratuitamente a tutti gli abbonati al PS Plus saranno:

  • Destiny 2 (PS4)
  • God of War III: Remastered (PS4)
  • Sapere è Potere (PS Plus Bonus – PlayLink)
  • Here They Lie (PS Plus Bonus – PS VR compatible)
  • Another World – 20th Anniversary Edition (PS3 + PS4/PS Vita)
  • QUBE Director’s Cut (PS3 + PS4)
  • Foul Play (PS Vita + PS4)
  • Sparkle 2 (PS Vita)

Vi ricordiamo che a parte Destiny 2 che è disponibile a partire da oggi, sarà possibile scaricare questi giochi gratuitamente a partire dal 4 Settembre 2018. Cosa ne pensate dell’offerta da Sony per questo nuovo mese?

Warner Bros. Interactive Entertainment pubblica oggi il video di Hitman 2 – “Fai come Hitman”: Immersione, il primo di una serie di video dedicati alla caratteristiche, ai potenziamenti e agli oggetti che saranno presenti in Hitman 2, in uscita il 13 novembre.

Il primo video ci consente di dare un’occhiata più da vicino a come i giocatori possono immergersi completamente nel mondo di Hitman 2 nascondendosi nella folla, sfruttando le super dettagliate ambientazioni e utilizzando le numerose personalità gestite dalla rivoluzione I.A. per creare un effetto domino con vaste ripercussioni.

Hitman 2 è il sequel dell’acclamato videogioco del famoso agente 47. Caratterizzato da nuove dettagliate location sandbox piene di ambientazioni pulsanti di vita, questo nuovo titolo offre ai giocatori la libertà di pianificare l’assassinio definitivo utilizzando un vasto assortimento di dispositivi, armi e travestimenti oltre a un’ampia varietà di tecniche stealth per innescare creativamente la propria unica catena di eventi.

Questo nuovo capitolo introduce nuovi modi di giocare con la modalità Sniper Assassin, una funzionalità separata che aggiunge, per la prima volta nella serie Hitman, il gioco cooperativo: due giocatori possono collaborare online per eliminare i loro bersagli. Per chi invece vuole immedesimarsi nell’Agente 47, Sniper Assassin può essere giocato anche in modalità giocatore singolo.

Hitman 2 sarà disponibile per PlayStation 4, PlayStation 4 Pro, la famiglia di dispositivi Xbox tra cui Xbox One X e PC dal 13 novembre 2018.

UBISOFT® ha rivelato i primi dettagli di “Operation Grim Sky”, che introdurrà due nuovi Operatori, un Attaccante americano e un Difensore originario della Gran Bretagna.

Operation Grim Sky segnerà il primo Map Rework, uno dei principali impegni del team di sviluppo finalizzati ad arricchire l’esperienza dei giocatori di Siege durante l’Anno 3.
La Base Di Hereford, una mappa iconica, ispirata al campo di addestramento del romanzo di Tom Clancy, e una delle prime introdotte durante la Beta di Rainbow Six Siege nel 2015, è stata scelta per beneficiare di un completo rifacimento in Operation Grim Sky. La modifica prevede una nuova identità visiva, un nuovo layout e un’inedita architettura. I giocatori la troveranno ancora familiare, ma con le nuove modifiche, la Base Di Hereford potrà essere considerata una nuova mappa.
Tutti i contenuti dell’Anno 3 Stagione 3 di Tom Clancy’s Rainbow Six: Siege verranno annunciati tra il 17 e il 19 agosto durante il Six Major Paris, la più importante competizione e-sport di Rainbow Six mai organizzata in Europa. Dall’immagine qui di seguito il difensore dovrebbe essere l’operatore sulla sinistra mentre l’attaccante a destra, vediamo così un nuovo difensore caratterizzato da uno scudo ed un attaccante che potrebbe avere una nuova funzione per distruggere le pareti rinforzate.

Per maggiori informazioni su Tom Clancy’s Rainbow Six Siege, visita: https://rainbow6.ubisoft.com.

Dopo la conferenza Bethesda E3 che si è svolta oggi alle 3 del mattino (ora italiana) eccoci a riassumere tutte le novità, i titoli e le espansioni annunciate; qui di seguito il comunicato stampa ufficiale e a fine articolo potrete trovare tutti i video ufficiali.

Wolfenstein: Youngblood | Annunciato

Wolfenstein: Youngblood è un nuovo gioco cooperativo di MachineGames, il pluripremiato studio creatore di Wolfenstein II: The New Colossus.

Ambientato nel 1980, 19 anni dopo che B.J. Blazkowicz diede inizio alla seconda Rivoluzione Americana, Wolfenstein: Youngblood introduce la nuova generazione di Blazkowicz alla guerra contro i nazisti. Vesti i panni di una delle due figlie gemelle di B.J., Jess e Soph, alla ricerca di tuo padre in una Parigi occupata dai nazisti.

Cyberpilot VR | Annunciato

Vivi il mondo di Wolfenstein con una nuova prospettiva in Cyberpilot VR, un’esperienza di gioco in realtà virtuale di MachineGames.

Parigi. 1980. Sei l’hacker migliore della città. La tua missione: aiutare la resistenza francese prendendo il controllo di potenti macchine da guerra naziste. Lanciati alla carica nella città dell’amore lasciandoti dietro schiere di cadaveri nazisti. Preparati, cyberpilota. Adesso sei uno di noi.

DOOM Eternal | Annunciato

Sviluppato da id Software, DOOM Eternal è il seguito del pluripremiato campione d’incassi DOOM (2016). Gioca con la combinazione perfetta tra velocità e potenza in questa nuova esperienza di adrenalinico combattimento in soggettiva. Nei panni di DOOM Slayer, dovrai scatenare la tua vendetta sulle forze degli inferi. Con un’avvincente colonna sonora composta da Mick Gordon, combatti tra le dimensioni abbattendo demoni vecchi e nuovi con potenti armi e abilità.

The Elder Scrolls Online | Annunciati i capitoli Wolfhunter e Murkmire

Siamo felici di comunicare i prossimi DLC del 2018 per The Elder Scrolls Online: Wolfhunter e Murkmire.

La prossima espansione di ESO, Wolfhunter, introduce due nuovi dungeon di gruppo: Moon Hunter Keep e March of Sacrifices. Questi due dungeon sono focalizzati sul tema della licantropia a Tamriel. Scopri nuove storie dedicate a chi è stato afflitto dalla maledizione dei lupi mannari. Potresti perfino incontrare il principe daedrico Hircine in persona!

Disponibile entro l’anno, Murkmire è la nuova regione di ESO, corredata da una nuova storia, che ti porterà nelle terre degli argoniani. Qui dovrai conquistare la fiducia delle tribù diffidenti, esplorare decadenti rovine xanmeer e districarti tra le zone selvagge di Black Marsh per scoprire un importante segreto degli Hist.

Abbiamo annunciato anche che, dall’uscita del capitolo Morrowind lo scorso anno, i nostri giocatori sono aumentati di un milione. Questo significa che il mondo di The Elder Scrolls Online attualmente ospita 11 milioni di giocatori. Non esiste momento migliore per iniziare o tornare a giocare, complice l’uscita del capitolo più recente, Summerset. Questa nuova avventura della saga di ESO porta gli avventurieri e i loro amici sull’isola di Summerset. Qui esploreranno le antiche terre degli elfi alti per la prima volta dal 1994, anno di pubblicazione di The Elder Scrolls: Arena. I giocatori possono visitare l’isola di Artaeum, casa del misterioso Ordine Psijic, un gruppo di saggi più antico della Gilda dei Maghi. Il destino di Tamriel è in pericolo, e gli eroi di ESO dovranno salvare il mondo ancora una volta.

The Elder Scrolls: Legends | Annunciate nuove piattaforme e funzionalità

The Elder Scrolls: Legends, il pluripremiato gioco strategico di carte free-to-play, sarà presto disponibile per Nintendo Switch, Xbox One e PlayStation 4.

È stato annunciato anche il nuovo client, che offre tempi di download ridotti e una nuova interfaccia grafica, compresi nuovo tavolo da gioco, nuove cornici per le carte, nuovi menu e tanto altro!

Ma non devi aspettare! Scarica Legends oggi e vivi storie uniche dell’universo di The Elder Scrolls, conquista i tuoi nemici e mettiti alla prova in un gioco di carte personalizzabile! Affronta un’avventura in continua crescita. Non importa se hai a disposizione dieci minuti o cinque ore.

Quake Champions | Versione di prova free-to-play e nuove funzionalità

Sviluppato da id Software in collaborazione con Saber Interactive, Quake Champions riporta in auge la competizione frenetica e adrenalinica che ha incoronato Quake il capostipite degli sparatutto multigiocatore più di 20 anni fa.

Questa settimana, Quake Champions propone una prova a tempo limitato per la versione free-to-play del gioco. Dal 10 al 18 giugno, chiunque può scaricare e giocare a Quake Champions da Steam o dal programma di avvio Bethesda.net gratuitamente, con accesso a tutte le mappe, le modalità e le funzioni. La versione free-to-play contiene un campione, Ranger, ma i giocatori possono passare al Pacchetto Campioni in qualsiasi momento per sbloccare campioni presenti e futuri e altri bonus. La parte più interessante di questa iniziativa? Chi scarica il gioco questa settimana potrà continuare a giocare anche dopo il termine del periodo di prova. Fallo subito e lanciati nella mischia!

Quake Champions ha inoltre pubblicato un recente aggiornamento che rende il gioco più veloce e immediato per i nuovi giocatori. Tra le nuove funzionalità, segnaliamo l’introduzione di bot, tutorial, sistema di livelli e ricompense migliorato e tante altre modifiche. Quake Champions ha raggiunto nuove vette. Entra nell’arena e provare il gioco multigiocatore più veloce al mondo.

Fallout Shelter | Annunciate nuove piattaforme e festeggiamenti per il compleanno

Fallout Shelter, il titolo Fallout con più di 120 milioni di download, è ora disponibile su PlayStation 4 e Nintendo Switch! Prova la versione per Switch presso il nostro padiglione all’E3 o scarica subito la versione per console che preferisci.

Fallout Shelter è un gioco di strategia e simulazione ad ambientazione post-nucleare che ti mette al comando di un sofisticato Vault sotterraneo della Vault-Tec. Crea il Vault perfetto scegliendo tra una varietà di stanze, rendi felici i tuoi abitanti e proteggili dai pericoli della Zona Contaminata. La Vault-Tec ha messo a disposizione i mezzi, il resto spetta a te. Questa settimana festeggiamo anche il terzo compleanno di Fallout Shelter insieme all’annuncio di Fallout 76 con omaggi giornalieri per i prossimi tre giorni!

Per scaricare Fallout Shelter e iniziare a costruire subito il vostro Vault, visita: AppStore.com/FalloutShelter per iOS,Play.Google.com/FalloutShelter per Android, Xbox One e Windows 10 tramite Play Anywhere, su PC tramite il programma di avvio Bethesda.net e tramite Steam.

Starfield | Confermato

Ti presentiamo Starfield, il nuovo ed epico gioco ambientato nello spazio attualmente in sviluppo presso Bethesda Game Studios. Starfield è la prima nuova serie, dopo venticinque anni, sviluppata dai creatori di The Elder Scrolls e Fallout.

The Elder Scrolls VI | Confermato

Attualmente in pre-produzione presso Bethesda Game Studios, creatori di Skyrim e Fallout 4. L’attesissimo nuovo capitolo della serie The Elder Scrolls.

 

Qui di seguito trovate i trailer Youtube in italiano:

Starfield – E3 Teaser

The Elder scrolls VI – E3 Teaser

Fallout 76 – Trailer E3 2018 dell’Edizione Armatura Atomica

Fallout 76 – Trailer E3 ufficiale

Wolfenstein: Youngblood – Trailer d’annuncio ufficiale E3

Prey: Mooncrash – Trailer di lancio ufficiale E3

DOOM Eternal – Trailer di annuncio ufficiale E3

The Elder Scrolls Online – Tralier E3 2018 ufficiale

The Elder Scrolls: Legends – Trailer ufficiale E3 2018

RAGE 2 – Video ufficiale di gioco E3

Quake Champions E3 2018 – Giocate gratis per un periodo limitato!

All’evento BE3 tenutosi stasera a Los Angeles, Bethesda ha mostrato altre immagini del frenetico RAGE 2, lo sparatutto in soggettiva in arrivo nella primavera 2019 per Xbox One, PlayStation 4 e PC. È stata inoltre svelata una Collector’s Edition limitata che include una testa mutante da parete che parla e canta.

RAGE 2 è frutto della collaborazione di due eccellenze videoludiche: Avalanche Studios, i maestri della follia a mondo aperto, e id® Software, i creatori degli sparatutto in soggettiva, insieme per sconvolgervi con un mondo delirante in cui andare ovunque, sparare a chiunque e fare esplodere ogni cosa.

Partite per la Zona devastata nei panni di Walker, l’ultimo ranger, e immergetevi nel puro delirio di RAGE 2. Attraversate la crudele Zona devastata tra deliranti battaglie di veicoli e caotici combattimenti in prima persona, affrontando bande di sadici per trovare le tecnologie e gli strumenti necessari ad annientare il regime oppressivo dell’Autorità una volta per tutte.

La Collector’s Edition di RAGE 2 è ora disponibile per la prenotazione presso i rivenditori aderenti all’iniziativa e include contenuti esclusivi come la testa da parete di Ruckus lo sterminatore! L’adorabile mutante non morto vivrà sulla vostra parete parlando e cantando canzoni. La Collector’s Edition limitata include inoltre:

  • Uno steelbook esclusivo
  • Il poster della Collector’s Edition
  • Contenuto digitale aggiuntivo:
  1. La missione bonus esclusiva “Il dio della morte”
  2. Il BFG di DOOM
  3. La skin monster truck mutante
  4. I codici cheat “Mago della Zona devastata”
  5. Potenziatore esperienza
  6. L’armatura di Nicholas Raine e la pistola dei coloni
  7. Uno stendardo da battaglia esclusivo da esporre sul veicolo

Per maggiori informazioni e per prenotare il gioco, visitate questo link.

EA e Coldwood svelano e lanciano il secondo capitolo del magico mondo degli Yarnys in single player e co-op, parliamo per l’appunto di Unravel Two.

Oggi Electronic Arts e Coldwood, durante l’EA Play attualmente in corso Los Angeles, hanno svelato e lanciato nello stesso istante, per la prima volta in assoluto, Unravel Two. Lo studio svedese ha infatti creato un nuovo capitolo delle avventure di Yarny, la piccola creaturina a gomitolo rossa che ha conquistato i videogiocatori nel 2015 con Unravel.

Unravel Two, disponibile da oggi, prosegue la storia del primo episodio dando luogo ad un forte legame tra due Yarnys, che possono essere impersonati in single player oppure in co-op, con modalità drop-in/drop-out. Le due creaturine dovranno aiutarsi a vicenda per districarsi tra complessi rompicapo ed esplorare splendidi paesaggi naturali o intricati ambienti urbani circondati da piante e petali, per addentrarsi insieme in una nuova emozionante avventura.

“Unravel Two è la storia dei legami che si formano quando tagliamo quello con il passato” spiega Martin Sahlin, Creative Director di Coldwood. “Il nuovo capitolo, come lo fu il primo, è il risultato dell’intreccio della passione del team di sviluppo con un’esperienza di gioco che fa sì che i videogiocatori si imbarchino in un viaggio indimenticabile in compagi dei loro Yarnys. Unravel Two parla dell’amicizia più stretta e di come l’amore e la speranza possano rendere migliore il mondo in cui viviamo.”

Unravel Two è una storia di emozioni, di energia, di enigmi e di ispirazione contro i cattivi presagi: i videogiocatori potranno personalizzare il proprio Yarny aiutando i propri compagni di gioco a saltare, scivolare, strisciare e correre lungo il sentiero di un’avventura che li vedrà sempre fianco a fianco. Questa intrigante e appassionante storia dimostra la forza della positività di fronte all’incertezza.

Unravel Two è un titolo adatto a tutti ed è disponibile in tutto il mondo a € 19.99 per Xbox One, la console integrata per il gioco e l’intrattenimento, PlayStation 4 e Origin per PC. I membri di EA Access e Origin Access possono giocare l’inizio di questo nuovo titolo a partire da oggi!

La seconda stagione del terzo anno di Rainbow Six Siege intitolata Para Bellum è alle porte e con essa stanno arrivando i due nuovi operatori ed una nuova mappa, il tutto a tema Italia.

Ci siamo quasi, ieri, durante le finali della Pro League, sono stati presentati i nuovi operatori che saranno introdotti nella seconda stagione del terzo anno di Rainbow Six Siege con operazione Para Bellum, ovvero Maestro ed Alibi, oltre che la nuova mappa chiamata Villa (una mappa a dir poco intricata e colma di piccole stanze per il piacere dei roamer). Qui ci soffermeremo a parlare nel particolare di questi due nuovi operatori di difesa; e partiamo subito dunque con Alibi, la nuova operatrice munita di ologrammi e con tre punti velocità ed uno corazza. Lei disporrà, infatti, di tre ologrammi perfettamente identici a se stessa da piazzare in qualunque punto della mappa (ovviamente se ci sarà spazio sufficiente). Questi ologrammi, se colpiti o toccati dagli attaccanti faranno si che chi ha sparato sarà “taggato” in maniera molto simile a come accade nel caso in cui si venga rintracciati da Jackal, anche se, in questo caso, si verrà identificati sempre per cinque volte ma con una frequenza maggiore. Gli ologrammi potranno anche essere piazzati all’esterno e ciò potrebbe rappresentare un problema non indifferente visto che sia Alibi che i suoi ologrammi, ma anche gli altri difensori (in caso di presenza di Alibi in partita) saranno marcati da un’icona con la scritta “Identità nascosta”, la quale permarrà sugli ologrammi per 10 secondi! Per contrastarli basterà sparare allo strumento presente alla loro base, ovviamente prestando attenzione alla vera Alibi che potrebbe anche fingere di essere un ologramma; sarà più efficace utilizzare IQ per identificarli, piuttosto che Twitch per romperli in maniera preventiva, Glaz (visto che il suo mirino termico non si attiverà nei loro confronti) o Tatcher che li disattiverà per pochi secondi. Inoltre per facilitarne l’individuazione bisognerà prestare attenzione poichè gli ologrammi indosseranno unicamente gli abiti di base di Alibi e la sua mitragliatrice principale. Per quanto riguarda la dotazione di Alibi avremo un fucile d’assalto Mx4 Storm da 31 colpi (alto rateo di fuoco e bassi danni), un fucile a pompa ACS12 da ben 31 colpi, mentre come secondarie una revolver Baliff 410 da 5 colpi ed un’altra revolver che non è apparsa nel video di presentazione (entrambe funzioneranno come dei piccoli fucili a pompa); mentre come gadget avrà granate ad impatto oppure uno scudo mobile.

Maestro sarà il secondo difensore di questa Operazione in Rainbow Six Siege ed avrà una telecamera a dir poco non convenzionale, uno di velocità e tre corazza. Lui potrà piazzare al massimo due di queste telecamere su qualsiasi superficie (pavimenti o muri), esattamente come i sistemi di difesa di Jaeger; queste telecamere saranno antiproiettile e potranno essere distrutte solamente con esplosivi, distruggendo la superficie su cui è piazzata, con il martello di Sledge e temporaneamente dalle granate di Tatcher o dai colpi di Twitch, ed infine potrà essere distrutta con i normali proiettili solo nel momento in cui si “aprirà” per sparare. Avete capito bene, le telecamere di Maestro, oltre ad essere utilizzate come normali telecamere antiproiettile e ad infrarossi (riusciranno anche a vedere attraverso le fumogene), saranno in grado di sparare laser per distruggere droni, gadget degli attaccanti come cariche da irruzione, ed anche danneggiare gli attaccanti infliggendo 5 di danno con ogni colpo andato a segno. Queste telecamere avranno “munizioni” illimitate, l’unica limitazione sarà data dal surriscaldamento (ma comunque potrà riuscire a sparare circa 20 colpi prima di andare in surriscaldamento, ammettendo che non venga distrutta prima dai colpi dell’attaccante. Come equipaggiamento sarà dotato dello stesso fucile a pompa e delle stesse revolver in dotazione ad Alibi, mentre come mitragliatrice principale sarà dotata di un ALDA 5.56 da 81 colpi; infine come gadget avrà uno scudo mobile oppure del filo spinato.

Operazione Para Bellum ed i nuovi operatori faranno la loro comparsa il 22 maggio sui server di test tecnico (TTS) su PC e dovrebbero entrare a far parte del gioco completo su tutte le piattaforme una settimana dopo, ossia dopo il 29 maggio. Non siamo certi se questi difensori riporteranno un equilibrio tra difensori ed attaccanti (che nell’ultima operazione era lievemente a favore degli attaccanti), potrebbero a nostro avviso spostare l’asticella  dalla parte opposta, ma aspettiamo l’uscita della nuova stagione per provare con mano e poter avere un’idea più chiara. Voi cosa ne pensate dei nuovi operatori italiani?