L’esperienza annuale chiamata “Il cuore oscuro di Skyrim” si è ormai conclusa, e il MMORPG di Bethesda, The Elder Scrolls Online, è pronto per una nuova espansione “I cancelli dell’Oblivion” che ha avuto inizio in “Flames of Ambition” e che ora entra nel vivo con Blackwood. Blackwood è dunque la prima grande espansione del 2021 per TESO alla quale faranno seguito, nel corso di quest’anno e dei primi mesi del prossimo, un secondo DLC contenente due nuovi Dungeon e un’altra espansione di dimensioni più contenute. In questa recensione andremo dunque a descrivervi tutte le numerose novità introdotte in questo vasto titolo a partire dal 1 Giugno su PC e dal 8 Giugno su console.

Argoniani e Daedra

La nostra nuova avventura avrà inizio proprio nelle terre di Blackwood, regione situata nei pressi di Black Marsh, terra natia degli argoniani. Qui incontreremo quella che per molti dei giocatori che hanno avuto modo di esplorare il titolo può essere considerata ben più di una conoscenza, ovvero Eveli Sharp-Arrow. L’elfa dei boschi avrà infatti bisogno di noi per sventare un piano che potrebbe mettere a repentaglio la vita di tutti gli abitanti di Tamriel; il piano riguarda un antico libro, recuperato da noi stessi nel dungeon Blakedrake Villa, che sarà infatti legato ad un culto daedrico devoto al principe daedrico Mehrunes Dagon.

Il signore dell’Oblivion, l’arida terra infuocata dimora dei più pericolosi Daedra e Dremora, ha infatti intenzione di conquistare l’intera Tamriel così da ottenere il dominio di entrambi i mondi. Per farlo ha però assoluta necessità dei suoi fedeli servitori e cultisti che, nel caso specifico di Blackwood, risultano essere ben organizzati in una vera e propria setta chiamata l’ordine della Walking Flame. Si tratta di un gruppo estremamente potente e temuto nell’intera regione e intenzionato a utilizzare ogni sua risorsa per esaudire il desiderio di Dagon, ovvero recuperare quattro potenti artefatti daedrici (chiamati Ambitions) tenuti ben nascosti dagli imperiali, e con i quali sarà in grado di soggiogare ogni cosa. 

La nuova espansione di Elder Scrolls Online Blackwood ci farà così tuffare in una trama estremamente ricca di intrighi, colpi di scena e personaggi vecchi e nuovi. Oltre a Eveli avremo modo di approfondire anche la conoscenza con la Dremora Lyranth, e farà la sua comparsa anche un altro gruppo che andrà ad arricchire non soltanto la trama principale e la lore, ma anche aggiungere nuovi colpi di scena e inganni. Il tutto esplorando territori molto cari agli appassionati della serie di The Elder Scrolls, sia con la regione di Blackwood ma anche con le Deadlands dell’Oblivion (anche se non in maniera molto approfondita). Dal punto di vista dell’intreccio narrativo e delle vicende sempre interessanti e stimolanti, si tratta senza dubbio di una delle migliori espansioni finora rilasciate per questo enorme gioco di ruolo online.

elder scrolls online blackwood

Dei veri compagni!

Tralasciando i dettagli della trama principale di questo nuovo capitolo e tutte le missioni ad esso connesse, Blackwood non manca nell’aggiungere nuove possibilità di gameplay in The Elder Scrolls Online. Infatti, così come avvenuto per il sistema delle Antiquities introdotto in Greymoor, Blackwood introduce un nuovo sistema di compagni! Si tratta infatti di un personaggio maschile di razza Imperiale chiamato Bastian e di una elfa oscura di nome Mirri; avremo così la possibilità di selezionare uno dei due per accompagnarci nel corso delle nostre avventure in solitario o in caso di team non completi. Per poter usufruire di questa novità dovremo innanzitutto completare le quest relative ad entrambi, dopodiché sbloccheremo l’intero sistema.

L’utilizzo dei compagni non si limita infatti alla semplice presenza di un NPC che ci seguirà ovunque e combatterà per noi, risulta invece essere ben più ricca e profonda di quanto potremmo pensare. Il sistema include infatti una serie di equipaggiamenti unici per poter rendere più performante il nostro “seguace”, abilità da sbloccare in vari modi, una barra che indicherà il livello del nostro rapporto (con azioni che potranno renderli contenti o meno, ricevendo un feedback diretto tramite dialogo in risposta a tali azioni) e ultimo, ma non per importanza, la possibilità di personalizzare le loro armature e cavalcature. Il tutto, poi, con la possibilità di scegliere se utilizzarli come Tank, DPS o Healer!

elder scrolls online blackwood

Nuovi set, Trial ed eventi pubblici

Tra le novità introdotte abbiamo anche questa volta una nuova tipologia di eventi pubblici unici. Dopo gli Harrowstorm di Greymoor e i Geyser di Summerset, questa volta Blackwood introduce dei portali verso l’Oblivion che dovremo cercare di chiudere il prima possibile sconfiggendo il boss al suo interno. A questi vanno poi a sommarsi nuovi World Bosses, Delves e missioni giornaliere. Come di consueto, inoltre, la nuova espansione include una serie di nuovi set di equipaggiamento che vanno così ad espandere le possibilità di creazione di build in The Elder Scrolls Online. 

Una parte dei nuovi set potranno essere trovati all’interno del Trial chiamato Rockgrove; la nostra missione sarà quella di liberare il villaggio di Rockgrove da dei cultisti argoniani intenti ad evocare l’andata di Mehrunes Dagon. Questo trial è composto da un totale di tre boss con meccaniche uniche, alcune delle quali simili a quanto visto nella Maelstrom Arena, e tra le ricompense per completare i vari Achievements troviamo anche una cavalcatura unica e una tintura. Complessivamente non si tratta di uno dei migliori Trial del gioco ma rimane certamente godibile per le ambientazioni e soprattutto il livello di sfida (specialmente nel caso dello scontro finale).

elder scrolls online blackwood

Nel complesso la nuova espansione Blackwood di The Elder Scrolls Online risulta essere a dir poco eccellente dal punto di vista della trama, capace di appassionare dall’inizio alla fine mantenendo sempre viva l’attenzione del giocatore con colpi di scena e risvolti inaspettati, oltre a personaggi di buon spessore. Le ambientazioni di Blackwood e dell’Oblivion (che per chi ha avuto modo di giocare al quarto capitolo potranno risvegliare molti ricordi) risulteranno tutte essere affascinanti e ricche, con foreste, zone paludose, antiche rovine argoniane e le desolate e oscure terre di Dagon. Il sistema di compagni aggiunge poi possibilità di gioco sia per i veterani che per i novizi grazie al loro aiuto, ma anche semplicemente grazie alla loro compagnia sempre attiva.

The Elder Scrolls Online: Blackwood

8.5

Giudizio Complessivo

8.5/10

Pro

  • Trama estremamente interessante
  • Sistema dei compagni valido
  • Vasti territori da esplorare con ricche ambientazioni

Contro

  • Trial non così memorabile