Ritorniamo in Giappone per contrastare una nuova minaccia, affrontare dei nuovi nemici e trovare una nuova tipologia di arma e lo facciamo grazie al primo DLC di  Nioh: “Il drago del Nord”

Dopo la fine della storia principale di Nioh, William decide di fare ritorno in Giappone avendo percepito una nuova minaccia. Infatti un nuovo capo clan chiamato Masamune Date e conosciuto anche come il drago ciclope, ripercorrendo le orme di Kelley decide di sfruttare il potere delle pietre spirito (o Amrita) per creare un esercito invincibile di demoni. Ben presto però scopriremo che c’è un nuovo burattinaio che diverrà il nostro nuovo antagonista anche nei successivi dlc in uscita per Nioh così da comporre un’unica nuova e grande avventura.

 

Il Drago del Nord rappresenta una vera e propria espansione per Nioh aggiungendo una nuova regione con 3 nuove missioni principali ed altre secondarie, nuovi nemici e Yokai, nuovi spiriti guardiani, nuove armature ed armi e tra queste una nuova classe di armi: le Odachi. Queste sono lunghe katane pesanti a due mani che riescono ad essere lente e veloci allo stesso tempo con ottime combo per affrontare nemici e boss ed una gittata a dir poco spaventosa così da garantire una fantastica versatilità.

I nuovi demoni e boss che affronteremo ci offriranno un livello di sfida considerevole, per cui prima di entrare in questa nuova regione vi raccomandiamo di prepararvi al meglio con livello ed equipaggiamento e soprattutto usare l’ingegno per riuscire a capire i loro punti deboli. Il tutto è dunque tarato su una difficoltà molto alta (che in alcuni casi può essere anche considerata l’unico difetto del dlc) anche perché il dlc si tratta di un contenuto “End Game” per cui preparatevi a lanciare ben più di un’imprecazione..

Parlando, infine, della longevità ci troviamo di fronte ad una durata più che consona, specialmente se rapportata al costo del contenuto e che si aggira intorno alle 8 ore per essere completato al 100%; senza poi considerare che l’alta quantità di Amrita fornita da questi nemici può far sì che questa area diventi ottima per livellare il nostro personaggio e per migliorare il nostro equipaggiamento.

Restiamo dunque molto confidenti sui prossimi contenuti scaricabili di Nioh considerata l’ottima riuscita del Drago del Nord.

Inoltre bisogna evidenziare il fatto che questo primo dlc porta con se un importante aggiornamento (1.08) per il gioco anche per chi non dispone del contenuto. Infatti è stata introdotta la possibilità di equipaggiare ben due spiriti guardiani contemporaneamente, tre nuove abilità Samurai, una nuova difficoltà per la campagna chiamata via del demone (accessibile solo dopo aver completato la via del forte), vari bilanciamenti tra cui anche l’abbassamento del level cap da 750 a 400 (con un corrispondente incremento esponenziale di Amrita necessaria per salire di livello) ed infine la tanto attesa modalità PvP (1vs1 e 2vs2). Quest’ultima però risulta essere abbastanza sbilanciata soprattutto a causa del divario di forza dell’equipaggiamento che spesso si trova tra i duellanti e dell’eccessiva efficacia di alcuni attacchi che vengono quindi “spammati” all’inverosimile.

Commenti